Libri

“Notte al Casablanca”

unnamed.jpgdi Gabriele Ottaviani

Notte al Casablanca, Daniela Grandi, Sonzogno. Nina è giovane. È bella. È maresciallo. È nera. È italiana. Non vive in una metropoli, bensì in un piccolo capoluogo di provincia, Parma. Dove ci si conosce non proprio tutti, ma quasi. E dove è più probabile che ci sia qualcuno che si senta autorizzato a poter mettere il becco in affari che non lo riguardano minimamente. Non ha una relazione stabile, preferisce il sesso senza coinvolgimento, più libero e appagante. Praticamente non le manca nulla per avere una vita complicata. E infatti la sua esistenza non è certo semplice. Deve faticare molto più della media per farsi rispettare. È fiera delle sue origini somale, ma allo stesso tempo bramosa di farsi valere a dispetto delle facilonerie, delle convenzioni e dei pregiudizi nel paese nel quale è nata e in cui il nonno, reclutato dai carabinieri in epoca coloniale, è emigrato una volta conclusosi il disastro mortifero della dittatura e della seconda guerra mondiale. Un giorno si ritrova davanti il cadavere nudo e con un sacchetto di plastica in testa del piacente pilota Marco Cagli. Un gioco autoerotico finito male? È quello che crede chi vorrebbe archiviare l’inchiesta. Non Nina. Che conosceva quell’uomo. E anche le sue abitudini sessuali. E quindi inizia a indagare, tra club di scambisti, citazioni letterarie, bigliettini, prostitute e… Scritto bene, avvincente, ben caratterizzato, appassionante, accattivante, ammaliante, intrigante: tutto questo, e molto altro. Da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...