Teatro

“Amazzonia”

Amazzonia 2Pubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Dal 27 al 29 aprile va in scena al Teatro Ambra alla Garbatella di Roma “Amazzonia” scritto e diretto da Enrico Maria Falconi.

Tutto il Teatro si trasforma nella Foresta Amazzonica per raccontare la vita di una piccola comunità che lotta per rimanere indipendente. Dalla loro integrità, la salvaguardia del Pianeta stesso.

Sono oltre 27 gli artisti in scena tra cui lo stesso Enrico Maria Falconi affiancato da Rachele Giannini, Patrizio De Paolis, Simone Luciani, Ettore Falzetti, Claudia Crostella, Marina Billwiller, Matilda Terzino, Simona De Leo, Andrea Polidori, Attilio Monti, Asia Retico, Virginia Serafini, Nico Lipparelli.

Dopo l’ultimo successo di pubblico e critica con Moby Dick. Me Stesso. Cerco, “Amazzonia” nasce dall’esigenza di raccontare un contesto, quale quello della foresta Amazzonica, apparentemente così lontano. L’idea di Sud che si incontra e scontra con l’idea di Nord. Una dicotomia che non rimane solo geografica ma approda a una visione spesso opposta della vita e del rapporto sempre più difficile con la natura.

“Amazzonia” è una storia contemporanea che prende il via da una favola brasiliana, si nutre di varie “visioni” legate all’ecologia, tra cui l’Enciclica di Papa Francesco Laudato Si’, per giungere poi fino alla periferia di una grande città del Sud. Uno spettacolo adatto a tutte le età, ricco di azioni sceniche e di poesia, di contaminazioni musicali, di forza espressiva e di parola.

“Amazzonia” è più di uno spettacolo teatrale. È un grido di aiuto per il Pianeta, una lettura artistica sull’Ecologia: un’emozione da vivere a 360 gradi dove tutto viene messo in discussione tranne la voglia di trattarci meglio.

“Amazzonia” è una produzione Blue in the Face. Scritto e diretto da Enrico Maria Falconi, sarà in scena al Teatro Ambra Garbatella di Roma da giovedì 27 a sabato 29 aprile alle ore 21:00.

Standard
Teatro

“Le dive dello swing”

lescano ladyvettePubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Marioletta Bideri per Bis Tremila srl

presenta

Dal 27 al 30 aprile 2017

da giovedì a sabato ore 20.00-domenica ore 18.00

LADYVETTE

in

LE DIVE DELLO SWING

Regia Massimiliano Vado

uno spettacolo di Teresa Federico, Valentina Ruggeri, Francesca Nerozzi, Giorgio Serafini Prosperi e Massimiliano Vado

 

composizione e musiche dal vivo Roberto Gori

Siamo in un freddo appartamento della Torino di metà anni’ 30. Tre giovani sorelle sono impegnate ad imparare il napoletano per entrare nelle grazie della musica melodica italiana e raggiungere finalmente la celebrità.

Cosa bisogna fare per diventare il trio più famoso d’Italia?

Le tre ragazze si troveranno ad affrontare incontri difficili e situazioni surreali.

In un’atmosfera a tratti esaltante e a tratti malinconica lo spettacolo attraverserà continui colpi di scena fino a scardinare completamente tutti i presupposti iniziali, passando dalla drammaticità, all’ironia, alla comicità.

BRANCACCINO

Via Mecenate 2, Roma – www.teatrobrancaccio.it

Dal giovedì al sabato ore 20, domenica ore 18

Biglietto: 15,50 € – Card open 5 ingressi 55 euro

BOTTEGHINO DEL TEATRO BRANCACCIO Via Merulana, 244 | tel 06 80687231 | botteghino@teatrobrancaccio.it

UFFICIO PROMOZIONE tel 06 80687232 | promozione@teatrobrancaccio.it

Standard
Cinema

Cinema a Trento

65TFF_MANIFESTO_2017ridPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Nomi celebri dell’alpinismo, dello spettacolo, della cultura, letteratura, dell’arte, animeranno 10 giorni di festival con film, serate, eventi, incontri, convegni, manifestazioni e mostre in tutta la città.

Al via la 65° edizione del Trento Film Festival

Dal 27 aprile al 7 maggio emozioni ad alta quota

260 ospiti, 148 appuntamenti e 118 film

 

Sarà Reihnold Messner a inaugurare giovedì 27 aprile la storica manifestazione dedicata alla cultura di montagna, ambiente e avventura declinata nelle diverse discipline: cinema, letteratura, serate alpinistiche, spettacoli, convegni.

Il grande alpinista – con lo spettacolo “Il fascino dell’impossibile” (27 aprile ore 21.00 Auditorium Santa Chiara) –  ci porterà nella quarta dimensione della montagna con l’ausilio di esclusive immagini elaborate con rilevazioni satellitari, ripercorrendo la storia dell’alpinismo attraverso tredici cime leggendarie. Messner sarà ospite della rassegna anche il 1 maggio, in veste di regista con il suo esordio dietro la macchina da presa “Still Alive – Dramma sul Monte Kenya”, diretto insieme a Hans-Peter Stauber.

Tra i diversi protagonisti che animeranno la kermesse fino al 7 maggio: l’astronauta Umberto Guidoni e il climatologo Luca Lombroso per la serata dedicata alla salvaguardia del nostro Paese “SOS terra, abbiamo un problema” con la partecipazione di Teresa Mannino; la nepalese Mira Rai, ex-bambina soldato diventata campionessa di  sky-runner e nominata Adventurer of the Year 2017 dal National Geographic per i suoi successi sportici e il suo impegno in difesa dei diritti delle donne; i big dell’arrampicata sportiva tra cui Adam Ondra, Lynn Hill, Jerome Meyer, Sebastian Halenke, Simone Salvagnin, Igor Koller, Manolo, Franco Perlotto, Antoine Le Menestrel, Marco Bernardi, Margo Hayes;  per la serata alpinistica “Metanoia: un omaggio e una rinascita” il tedesco Thomas Huber e gli svizzeriRoger Schaeli e Stephan Siegrist.

E ancora, tra gli ospiti, esponenti del mondo della cultura da Romano Prodi al sociologo Giuseppe De Rita.

La rassegna MontagnaLibri festeggia la sua 31 edizione con tanti appuntamenti e celebri nomi della letteratura:

da Paolo Cognetti a Mauro Corona, da Robert Peroni a Franco Perlotto.

Numerose inoltre le iniziative per scoprire l’Islanda, Paese ospite di questa edizione, con “Destinazione…Islanda”.

Tra i protagonisti che racconteranno sotto differenti punti di vista questo straordinario paese: Fabio Volo con la moglie islandese Johanna Hauksdottir, il  famoso esploratore Alex Bellini con l’appuntamento da titolo: “Attraversare un ghiacciaio in inverno per raccontare il riscaldamento globale”. Approfondimenti con il filoso e poeta Kristjan Hreinsson, la fotografa Sonia Santagostino e il geologo MauroScattolin, la scoperta degli “Itinerari mitologici Islandesi” con il giornalista Sandro Orlando e Andri Snær Magnason, narratore, politico, ambientalista e autore pluripremiato. L’Islanda potrà essere scoperta anche attraverso due affascinanti mostre: “Guido Scarabottolo,viaggio in Islanda” e  “La rinascita dell’uomo nella natura” di Sonia Santagostino. Nel percorso cinematografico di Destinazione Islanda un ricco  programma di documentari e cortometraggi, tra cui spiccano l’affascinante Horizon del grande regista islandese Fridrik Thor Fridriksson, anche giurato al festival (che vede la partecipazione dell’attore Viggo Mortensen), e Inside a Volcano, esaltante percorso nel recente boom del calcio islandese.

Per il programma cinematografico: 118 titoli da 32 paesi, divisi in 10 sezioni, tra cui il Concorso Internazionale  che assegnerà le Genziane d’Oro e d’Argento, oltre a premi per un totale di 17.000 Euro. 22 le pellicole in competizione: 15 lungometraggi documentari e 7 corti, di cui 19 in anteprima italiana e 8 diretti da donne, scelti tra gli oltre 600 iscritti al festival. Apertura e chiusura all’insegna degli animali che regnano nei territori di montagna, con i grandi documentari Les Saisons, diretto dall’attore e documentarista Jacques Perrin, La Principessa e l’Aquila, e, in anteprima internazionale, La Vallée des loups.

Nasce “TFF Family” il programma del festival dedicato ai più piccoli: in anteprima il capolavoro di animazione Sasha e il Polo Nord  di Rémi Chayé  e il restauro di Son tornata per te – Heidi di Luigi Comencini.

Un programma ricco anche di mostre ed esposizioni sulla montagna vista da prospettive diverse. Da segnalare la mostra dedicata al grande Carlo Sartori, dal titolo “La vita, la natura e il Volto”, (Palazzo Trentini, Via Manci, 2 Trento); “Un paese mille paesaggi. Le montagne d’Italia viste da L’Altro Versante” con le immagini di Maurizio Biancarelli, Bruno D’Amicis, Luciano Gaudenzio e Marco Rossitti.(Palazzo delle Albere) e in Piazza Fiera, la mostra fotografica “Migration of the eagle hunters” di Timothy Allen, giurato del festival, sul popolo nomade dei Kazaki che vive nella Mongolia occidentale, una delle regioni più remote del pianeta, circondata dalle cime dei Monti Altai e caratterizzata da uno scenario naturale spettacolare ed incontaminato.

.

A proposito del 65 Trento Film festival con il suo programma sempre più ricco dichiara la direttrice Luana Bisesti

“E’ cresciuta sempre di più la percezione di familiarità che le persone hanno nei confronti del festival. E tutto questo crediamo che accada perché ogni persona, appassionata o meno di montagna, nelle varie proposte offerte dalla rassegna, che parla attraverso vari linguaggi, ritrova le proprie passioni, i propri sogni, identificandosi con personaggi famosi del cinema, dell’alpinismo, della letteratura, avendo la possibilità di scoprire luoghi del nostro pianeta nuovi o poco conosciuti, di studiare o d’informarsi sugli avvenimenti sociali, politici, culturali, ambientali che hanno come sfondo la montagna.”

Tutti gli appuntamenti su

www.trentofestival.it

 

Standard
Teatro

ConCorto

unnamed.pngPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Il 25 aprile prenderà il via conCorto, la prima edizione del concorso per corti teatrali indetta dalTeatro San Genesio di Roma per favorire la sperimentazione di nuovi linguaggi e promuovere nuovi autori, che mette in palio un primo premio in denaro di 1000,00 euro e un premio della critica di 400,00 euro.

Il concorso, al quale sono stati ammessi dopo un’attenta selezione nove corti teatrali, scelti tra oltre 60 lavori provenienti da tutta Italia, si svolgerà in quattro serate, tre preliminari e una finale che si terrà il 28 aprile.

La serata del 25 aprile vedrà in scena 19 minuti e 40 secondi, scritto e interpretato da Valeriano Solfiti e Emiliano Valente,L’Imbroglietto, di Niccolò Matcovich, con Livia Antonelli e Valerio Puppo (Compagnia Habitas) e Su questa porta scriverò il tuo nome, di Elena Zonta, con Bianca Alessandra Ara.

Il 26 aprile sarà invece la volta di Don Chiscio’, di Pierpaolo De Mejo, con Olivia Cordsen, Pierpaolo De Mejo e Alessandro Lupi, Sindrome di Stendhal, di Adriano Bennicelli, con Alessandro Di Somma e Audizione, di Chiara Arrigoni, con Massimo Leone, Andrea Ferrara e Chiara Arrigoni.

La terza serata preliminare, quella del 27 aprile, vedrà infine sul palco Rukelie, di Peppe Millanta, con Antonio De Nitto, Il circo invisibile, di Angelo Orlando, con Cristina Pedetta e Sandro Calabrese e Countdown, della compagnia Polis Papin, con Cinzia Antifona, Valentina Greco e Francesca Pica.

A giudicare i corti sarà una giuria popolare composta dal pubblico presente in sala che al  termine di ognuna delle singole serate, decreterà un corto finalista. Ogni spettatore sarà infatti invitato ad esprimere un voto di preferenza attraverso una scheda di valutazione che gli sarà consegnata al momento dell’ingresso in sala. Si aggiudicherà la finale il corto che raccoglierà il maggior numero di punti. I tre corti finalisti si fronteggeranno poi nella serata finale, al termine della quale la giuria popolare proclamerà il corto vincitore del concorso e una giuria artistica, composta da tecnici del settore tra autori, attori e giornalisti, proclamerà il vincitore del premio della critica.

Le quattro serate, con inizio alle ore 20,45, prevedono un biglietto per il pubblico di 5 euro a sera.

Per Informazioni 06.3223432 e info@teatrosangenesio.it

Teatro San Genesio, Via Podgora, 1 – 00195 Roma

Standard
eventi

Gli incontri di Sorrento

 

unnamedPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Sarà Vincenzo Salemme a inaugurare mercoledì 26 aprile gli “Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento”, 39esima edizione, dedicati quest’anno al genere Comedy e in programma fino al 30 aprile al Chiostro di San Francesco e al Cinema Tasso. L’artista napoletano festeggerà 40 anni di carriera raccontandosi in un incontro dal titolo “Dal teatro al cinema: 40 anni di commedie” (ore 19:00) condotto da Remigio Truocchio, direttore artistico della manifestazione. L’evento serale sarà anticipato dal vernissage della mostra fotografica “Risate di cinema” a cura di Antonio Maraldi alle ore 18:30 (Ingresso gratuito dalle 9:00 alle 20:00 fino all’1 maggio). L’esposizione documenta 60 anni di cinema italiano attraverso i momenti di ilarità di celebri attori, attrici e registi, da “Lo scapolo” (1955), a “Nemiche per la pelle” (2016). Il riso di scena, come quello sboccato di Gian Maria Volontè in “Quien sabe?” viene affiancato da quello  ‘fuori scena’ di  Roberto Rossellini e Federico Fellini in visita sul set de “Il generale Della Rovere”  o come quello solare di Virna Lisi in “Romolo e Remo”. Le foto della mostra provengono dall’Archivio del Centro Cinema Città di Cesena.

Alle 21:30 al Cinema Tasso anteprima nazionale di “E se mi comprassi una sedia?” (Pragma Distribuzione), presenti in sala il regista Pasquale Falcone e il cast con Gianni Ferreri, Rosaria De Cicco, Sergio Solli e Benedetto Casillo. Completa la prima giornata della rassegna la proiezione di “La mia famiglia a Soqquadro” (Europictures) alle ore 10:30 al Cinema Tasso, presenti in sala il regista Max Nardari e l’attrice Bianca Nappi.

 

Attesi a Sorrento oltre 40 ospiti tra cui Alessandro Siani, Ambra Angiolini, Fausto Brizzi, Riccardo Milani, Ornella Muti, Ivan Cotroneo, Edoardo De Angelis, Nicolas Vaporidis, Pina Turco, Massimiliano Gallo, Cristina Donadio, Lino Guanciale, Miriam Candurro, Alessandro Roja, Simona Tabasco, Casa Surace che animeranno la cinque giorni ospitata della città costiera con proiezioni, anteprime, incontri con autori e protagonisti del cinema e della televisione, masterclass, mostre, focus e una vetrina sulle produzioni recentemente realizzate o in fase di lavorazione in Campania.

Dopo il successo dell’edizione 2016, la prima di un nuovo corso che ha rilanciato la storica manifestazione dedicata all’approfondimento sui linguaggi e sui generi cinematografici e seriali, si annuncia ricchissimo il programma 2017. Giovedì 27 aprile (ore 11:30) presso l’Azienda di Soggiorno si terrà il convegno “La commedia è sempre viva! Gli elementi del successo” a cura di Vito Sinopoli, direttore Box Office e Tivù, sullo stato e la tendenza della commedia italiana.  Interverranno Eleonora Andreatta (Direttore Rai Fiction), l’attrice Ambra Angiolini, il regista e sceneggiatore Fausto Brizzi, Giampaolo Letta (Amministratore delegato Medusa Film), Luigi Lonigro (Direttore 01 Distribution), Federica Lucisano (Amministratore delegato Italian International Film) e Nicola Maccanico (Amministratore delegato Vision Distribution). Tre gli appuntamenti della sezione “Set Campania, Produzioni Comedy Made in Campania”: Venerdì 28 aprile (ore 10:30) “Il caso di Casa Surace, la comicità viaggia sul web”: incontro, condotto da Remigio Truocchio, con Simone Petrella (autore e regista), Daniele Pugliese (autore e produttore), Alessio Strazzullo (autore e direttore della fotografia), e gli attori Bruno Galasso, Riccardo Betteghella e Andrea Di Maria, per analizzare il format che, partendo dal web ha scalato le vette  del successo. Sabato 29 aprile (ore 10:30) “Il fenomeno Tunnel: dal cabaret, alla televisione, al grande schermo”, in collaborazione con Film Commission Regione Campania, con i produttori Nando Mormone con i comici di Made in sud e Gaetano Di Vaio, conduce Remigio Truocchio. Alle 19:00 incontro con i protagonisti di “Vieni a vivere a Napoli”: intervengono i registi Edoardo De Angelis, Guido Lombardi, Francesco Prisco, gli attori del film e il produttore Alessandro Cannavale. Conducono Maurizio Gemma (Direttore Film Commission Regione Campania) e Remigio Truocchio. Al termine proiezione del film (ore 21:30, Cinema Tasso).

Tra le novità di quest’anno la sezione “ComedyTalk”, ideata e condotta da Piera Detassis. Un format che consente ai protagonisti del genere, star e nuovi talenti, registi, interpreti, scrittori, produttori e direttori della fotografia, di dialogare su un tema caldo, intrecciando laboratori di sperimentazione e factory multimediali attive sul territorio campano con il lavoro sempre più sinergico e virtuoso su film, serie tv, web series e animazione. Con una convinzione, sostiene Detassis “che – amata, discussa, adulata e bersagliata, popolare o d’autore – la commedia resta il cuore pulsante del nostro racconto nazionale”. E qualche domanda “c’è ancora la commedia nel nostro Dna o ha ragione chi ne segnala la crisi? È inevitabile e virtuosa la tendenza al remake? La serialità, la rete e la televisione consentono nuovi orizzonti? E quali sono le contaminazioni in corso? Comunque la si pensi, vale la pena indagare. Il primo ComedyTalk è in programma giovedì 27 aprile (ore 19:00) con “Italiani copioni? Storia dell’uso e consumo del Remake”. Tanti ospiti, protagonisti, produttori e autori: Alessandro Usai, Andrea Pisani, Simona Tabasco, Giovanni Bognetti per “I Babysitter”, Fausto Brizzi, Nicolas Vaporidis, Federica Lucisano per “Notte prima degli esami” e “Poveri ma ricchi”, Riccardo Milani, Giampaolo Letta per “Mamma o papà”.

Venerdì 28 aprile (ore 19:00) “Questa pazza pazza Napoli”. Sarà ospite la factory partenopea Mad Entertainment (Luciano Stella e Carolina Terzi), con il cast de “La Parrucchiera”, Massimiliano Gallo, Pina Turco, Cristina Donadio, Tony Tammaro e con tre registi del cartoon “Gatta Cenerentola”: Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri. Tre i “Talk” di domenica 30 aprile“Commedia, l’evoluzione della specie” alle ore 12:00, incontro con gli autori e protagonisti dei film “Orecchie” con il regista e sceneggiatore Alessandro Aronadio e l’attore Daniele Parisi; e “I Peggiori” con il regista e attore Vincenzo Alfieri e gli attori Lino Guanciale e Miriam Candurro. Alle ore 18:00, “Focus su Cattleya Lab. Nazioni italiane”, con Alessandro Siani e Riccardo Tozzi (CEO e fondatore Cattleya) raccontano il loro progetto produttivo e creativo sul territorio campano e meridionale. Chiusura glamour con “Le storie siamo noi: serata d’onore per Ivan Cotroneo”, alle ore 19:30. Per festeggiare uno degli autori più significativi della scena italiana, tra televisione, cinema e web series, saranno presenti Ornella Muti, Maria Pia Calzone, Alessandro Roja, Massimiliano Gallo, Valentina Romani e il direttore della fotografia Luca Bigazzi. Alla sezione “ComedyTalk” collaborano Fabia Bettini e Viviana Gandini.

Con Omaggio alla Francia torna quest’anno la formula classica degli “Incontri” che punterà ogni anno su una cinematografia straniera. Sarà proposto il meglio della nuova commedia francese, con uno sguardo particolare ai remake Italia-Francia e la partecipazione di ospiti internazionali. L’obiettivo del focus è quello di costruire un momento di analisi e approfondimento sui generi cinematografici e sullo stato produttivo e distributivo della commedia italiana e francese. Quattro le commedie francesi che saranno proposte in anteprima nazionale al Cinema Tasso: “Jour J” di Reem Kerichi (27 aprile, ore 21:30), “Blockbuster” di July Hygreck alla presenza della regista e degli interpreti Syrus Shahidi(28 aprile, ore 17:00), “Marie-Francine” di Valerie Lamercier (28 aprile, ore 21:30), “Qualcosa Di Troppo” di Audrey Dana (30 aprile, ore 21:30).

Per la sezione “Lezioni di cinema” in cattedra Fausto Brizzi con “Scrivere la commedia”, giovedì 27 aprile alle ore 17:00, approfondimento e analisi delle tecniche di scrittura per il cinema di un genere intramontabile; e Luca Bigazzi, il maestro della fotografia, sette volte David di Donatello da “Romanzo Criminale” a “The Young Pope”, con la lezione “La fotografia cinematografica, il passaggio dalla pellicola al digitale”, Sabato 29 aprile alle ore 17:00.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Sorrento, Sindaco Giuseppe Cuomo, ed è promossa dall’Assessorato agli Eventi retto da Mario Gargiulo e coordinata dal dirigente del settore cultura Antonino Giammarino; è prodotta dalla Cineventi srl, in collaborazione con la Film Commission Regione Campania. La direzione artistica è affidata a Remigio Truocchio.

 

Dichiarazioni:

“Con gli Incontri Internazionali del Cinema 2017, – dice il Sindaco Giuseppe Cuomo – Sorrento entra definitivamente nel vivo della stagione turistica, offrendo un cartellone di eventi che ci si augura in grado di soddisfare ogni genere di gusto di cittadini e ospiti della città. Pur completamente rinnovata rispetto alle “antiche” rassegne che, in passato, hanno di fatto proiettato la città del Tasso nel novero delle location più prestigiose del mondo della cinematografia nazionale e internazionale, la kermesse si presenta ricca di fascino e di spunti d’interesse. Convinti che essa sia in grado di rispondere tanto alle esigenze di chi è alla ricerca di momenti di svago, quanto a quelle di chi predilige l’impegno culturale, ci auguriamo che la rassegna sorrentina risulti in grado di incontrare i favori del grande pubblico e della critica, nel solco di una tradizione che ha origini remote.

 

“L’anno scorso – spiega Mario Gargiulo – recuperare e rinnovare gli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento fu un atto d’amore verso una manifestazione così prestigiosa e ottenemmo un grande successo. Quest’anno la rassegna si apre anche al confronto con la cinematografia francese nel segno della Comedy, un confronto non casuale sia sotto il profilo stilistico e narrativo, sia perché nel 1966 gli Incontri cominciarono proprio con la cinematografia francese. La manifestazione chiude “Sorrento Incontra” che da dicembre a gennaio ha riempito il teatro Tasso con i prestigiosi concerti di Nino Buonocore, Chiara Civello, Irene Grandi, Alice e Ambrogio Sparagna.”

 

“Dopo la prima edizione dello scorso con un nuovo format, rispetto agli storici Incontri, abbiamo proseguito quest’anno rivolgendo l’attenzione alla commedia, un genere sul quale sicuramente in Italia si sta puntando molto, per analizzarne lo stato e le tendenze attraverso il format dei talk, a cui prenderanno parte attori, registi e sceneggiatori, ma anche professionisti dell’industria come produttori, distributori e giornalisti – commenta Remigio Truocchio, direttore artistico della manifestazione – Non solo proiezioni, ma tanti momenti di condivisione e confronto con uno sguardo alla Francia, in omaggio alla peculiarità monografica voluta da Rondi.”

 

Info

www.incontricinemasorrento.com

Email: cineventi@cineventi.it

Tel. + 39 051-4298333

Standard
infinity

“The good place”

locandinatgp.jpgPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Arriva il 26 aprile in esclusiva e in anteprima italiana su Infinity “The Good Place”, la comedy originale con due interpreti d’eccezione:Kristen Bell, attrice e doppiatrice statunitense resa celebre dal serial drama Veronica Mars, in cui vestiva proprio i panni della protagonista; Ted Danson, attore, autore e produttore statunitense, vincitore di due Emmy e tre Golden Globe, conosciuto in special modo per il personaggio di Sam Malone nella serie televisiva “Cheers” (“Cin Cin”).

Ideata da Michael Schur (“Parks and Recreation”, “Brooklyn Nine‑Nine”), “The Good Place” racconta dei dilemmi interiori della defunta Eleanor, in vita perfida rappresentante di medicine per anziani, e dopo la morta smistata in paradiso per buone azioni che lei stessa sa bene di non aver commesso e di non aver rappresentato in vita esempio di moralità e altruismo. Alcolizzata, promiscua e senza scrupoli, Eleonor si guadagnava da vivere vendendo false medicine agli anziani e una volta arrivata in Paradiso farà di tutto per nascondere al responsabile dell’aldilà l’errore legato alla sua presenza tra i buoni.

Standard
Cinema

“Guardiani della galassia – Vol. 2”

guardiani-della-galassia-vol-2-james-gunn-conferma-titolo-ufficialedi Gabriele Ottaviani

È il secondo capitolo di una saga semplicemente fantastica, divertentissima, visivamente di grande impatto, ironica, autoironica, geniale, con un uso della colonna sonora (il “mitico mix”) di rara intelligenza, esilarante, esaltante, entusiasmante, con personaggi fortissimi e caratterizzati in maniera davvero precisa e puntuale. E se anche in questo caso la linea narrativa principale è francamente debolissima (qualcuno si troverà a fare i conti col suo passato…), e la forza dirompente del primo episodio, da molti punti di vista definitivamente innovativo, non c’è, la godibilità è molto più che assicurata. Guardiani della galassia – Vol. 2, in sala dal venticinque di aprile, con Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Michael Rooker, Karen Gillan, Pom Klementieff, Elizabeth Debicki, Chris Sullivan, Sean Gunn, Sylvester Stallone e Kurt Russell, più le voci di Bradley Cooper e di Vin Diesel, cui va l’Oscar dell’autoironia, è intrattenimento puro e brillante.

Standard