71. berlinale

“Azor”

di Gabriele Ottaviani

Azor. Alla Berlinale. La coproduzione franco-svizzero-argentina di Andreas Fontana con Stéphanie Cléau e il sempre ottimo Fabrizio Ringione racconta con piglio deciso e ottima resa la vicenda di un banchiere coinvolto nelle turbolenze di tipo politico e non solo connesse alla dittatura militare in Argentina: emozionante, intenso, riuscito.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...