Libri

“Rockaway Beach”

51XgEzhqIJL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Da grande voglio essere come te… capricciosa.

Rockaway Beach, Jill Eisenstadt, Black coffee. Traduzione di Leonardo Taiuti. Si può andare dappertutto, ma non si lascia mai casa. Perché casa è dentro di te. Per chi è adolescente a cavallo del duemila questo concetto non può che ricordare quello espresso nel miglior teen drama che si sia mai immaginato, quell’One Tree Hill che ha emozionato milioni di persone in tutto il mondo, ma in realtà si tratta di una verità che non conosce tempo: sono gli anni Ottanta del Novecento quando Peg, Alex, Chowderhead e Timmy trascorrono le proprie giornate sulla spiaggia costruendo castelli di sogni. Ma poi un elemento del gruppo lascia l’arenile per uno dei più prestigiosi college del New England, e mentre va alla scoperta del mondo, rendendosi conto che benché abbia sempre pensato di essere stravagante è in realtà molto più normale di tanti altri, per chi resta le cose cambiano, e può capitare di lasciarsi andare al rimpianto. Però… Magnifico, memorabile, imprescindibile.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...