Libri

“Warleggan”

514NrM-meWL.jpgdi Gabriele Ottaviani

Mentre leggeva, fuori era calata l’oscurità. O forse era calata nel suo cuore e nella sua mente?
Warleggan – La saga di Poldark – Un romanzo della Cornovaglia 1792-1793, Winston Graham, Sonzogno, traduzione di Maura Parolini e Matteo Curtoni. La rivoluzione francese ha stimolato nei popoli il giusto desiderio di autodeterminazione, libertà e uguaglianza al di là dei benefici che nascono esclusivamente dai privilegi di nascita, e per i quali, dunque, con ogni evidenza, non esiste alcun merito personale, non sono dovuti a fatica o lavoro, ma soltanto a qualcosa in merito al quale non si ha alcuna possibilità di scelta o di decisione aprioristica. Queste istanze però hanno anche determinato guerra e violenza: del resto, chi rinuncerebbe volentieri a qualcosa che gli rende la vita più facile? Chi mai è disposto di buon grado a condividerla, quand’anche a lui all’atto pratico non cambi nulla, perché l’ampliamento dei diritti non li toglie a chi li ha già, ma semplicemente li concede a chi prima non li possedeva? Ross e Demelza, in questo contesto d’Europa in subbuglio, finalmente paiono aver voltato pagina dopo tanti patimenti. Ma… Un nuovo, emozionante, travolgente romanzo: da non perdere.

Standard