Libri

“Violet”

51Xy8sC34KL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

«Non sai quanto mi rendi felice». Rivolgo a Zachary un sorriso tirato, ma non aggiungo altro. Ho paura che, se parlo troppo, farò saltare tutta la messinscena o, peggio ancora, lo accuserò di essere un bastardo traditore e lascerò in tutta fretta il ristorante. Ryder non ne sarebbe contento, e deluderlo è l’ultima cosa che voglio. Be’, l’ultima dopo Zachary. «Com’è l’insalata?», chiede. Sta dando il meglio di sé, mi ha portata nel mio ristorante italiano preferito dove ha ordinato il vino più costoso del menù, per festeggiare – parole sue – la mia decisione di concedere un’altra possibilità alla nostra relazione. È elettrizzato. In piccola parte godo nel prendermi questa rivincita su di lui, ma per lo più mi sento malissimo. «Deliziosa». Con gli occhi fissi sulla mia caprese, osservo ammirata i pomodori e la mozzarella tagliati alla perfezione, le brillanti foglie di basilico e il filo di aceto balsamico. È la mia insalata preferita, il mio punto di riferimento quando sul menù non c’è altro che mi attiri. Ma l’appetito mi è passato. Stare con Zachary mi sembra sbagliato. Terribilmente, orribilmente sbagliato. «Non hai fame?». Mi rivolge quello sguardo appassionato che una volta mi incantava. «Di solito quell’insalata la divori come se stessi per morire». Quell’osservazione mi fa saltare i nervi. Sta forse insinuando che mangio troppo?

Violet, Monica Murphy, Newton Compton, traduzione di Mariacristina Cesa. Non esiste una ricetta precisa per l’erotismo né per il successo, perché tutto è mutevole e fuggevole, e nulla è assoluto, né esiste qualcosa di più individuale del gusto. Ma certo Monica Murphy padroneggia con maestria gli elementi di cui dispone per fare sì che il romanzo che scrive, il primo di una serie, sia nel suo genere riuscito e godibile. Perché il desiderio segue le sue leggi, e, come per una sorta di infido contrappasso, tanto più si cerca di opporsi a quello che sembra l’ineluttabile tanto maggiore è la forza con la quale gli eventi si susseguono concatenati. E così è credibile che una ragazza che ha sempre fatto quello che gli altri si aspettavano che facesse, scoprendo sensazioni mai provate, si lasci travolgere, e… Da leggere.

Standard