Libri

“Ti racconto Roma… a modo mio”

9788825519891.jpgdi Gabriele Ottaviani

La Roma estiva del 1914 ha ancora il sapore dei bagni a fiume…

Ti racconto Roma… a modo mio, Barbara Di Castri, Aracne. Monti, Trevi, Colonna, Campo Marzio, Ponte, Parione, Regola, Sant’Eustachio, Pigna, Campitelli, Sant’Angelo, Ripa, Trastevere, Borgo, Esquilino, Ludovisi, San Giovanni, San Lorenzo, Garbatella, Quadraro, Pigneto, Tor Marancia, Centocelle, Cinecittà, Salario, Parioli, Coppedè, Flaminio, Prati e Primavalle, rioni e quartieri, centro e periferia, Roma, immensa e indecifrabile, splendida e maltrattata, fatta d’arte e di squallore, una città che è una, nessuna, centomila, non solo in senso pirandelliano, una città che forse si può descrivere bene solo con la giusta distanza come si deve ai quadri impressionisti di cui altrimenti non si percepiscono al meglio i contorni, o non essendone natii o standovi lontano, come chi deve lasciarla ma in fondo non la dimentica mai del tutto: Barbara Di Castri, con l’ausilio di immagini assai efficaci, prende per mano mediante una prosa scorrevolissima il lettore, lo fa passeggiare nel tempo, nella memoria e nella storia oltre che nello spazio, gli fa scoprire, conoscere e riconoscere cose, con una prosa bella e gradevole. Da leggere.

Standard