Libri

“La corona del potere”

di Gabriele Ottaviani

Giunse l’ora, e…

La corona del potere, Matteo Strukul, Newton Compton. Ludovico si è impossessato di Milano, Venezia si gode la scena, l’arte fiorisce maestosa e sublime, Carlo vuole possedere l’Italia con la stessa voracità con cui il papa fa giacere nugoli di amanti sotto la volta del suo baldacchino: è l’anno del Signore millequattrocentonovantaquattro, e la storia procede in tutta la sua monumentale ferocia: Matteo Strukul è il più titolato scrittore di romanzi storici che ci sia in questo momento in Italia e non solo, e il nuovo capitolo della sua saga è travolgente, potente, coinvolgente, brillante, entusiasmante, oltre che una formidabile allegoria sull’arroganza delle umane bramosie. Da non perdere.

Standard
Libri

“Le sette dinastie”

51JSZFI+nuL._SY346_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Quella doppiezza apparteneva non solo ai capitani di ventura…

Le sette dinastie – La lotta per il potere nel grande romanzo dell’Italia rinascimentale, Matteo Strukul, Newton Compton. Milano, Venezia, Firenze, Roma, gli Sforza, i Visconti, i Colonna e tanti altri: si sa, la Svizzera ha avuto cinquecento anni di pace e ha prodotto cioccolata e orologi a cucù, l’Italia mezzo millennio di guerra, recita la celebre battuta, e ha dato vita al rinascimento. Una trapunta di staterelli in perenne conflitto fra di loro: questa è stata l’Italia, e Strukul, con la consueta perizia, tesse un’opera che racconta tutto questo e molto altro con la policroma finezza di un arazzo pregiato. Avvincente e accattivante.

Standard
Libri

“Rinascimento”

COVER Matteo Strukul. Rinascimentodi Gabriele Ottaviani

Poche battaglie della Storia sono ammantate di mito e leggenda come quella di Anghiari. Probabilmente perché, nel tempo, venne definita come la battaglia che salvò il Rinascimento, o perché, a dispetto di quel che accadde, Machiavelli sostenne che si trattò di uno scontro marginale, con un solo morto o, ancora, perché rappresentò il soggetto per un dipinto di Leonardo da Vinci poi andato perduto ma arrivato fino a noi, almeno in parte, attraverso una copia realizzata da Pieter Paul Rubens. Insomma, si tratta di certo di un incredibile fatto storico, controverso, rappresentato per giunta da uno dei massimi geni della storia dell’Arte.

Rinascimento – Il genio e il potere dai Medici ai Borgia, Matteo Strukul, Mondadori Electa illustrati. Romanziere, sceneggiatore, dottore di ricerca in diritto europeo, uomo di multiforme ingegno e dai variegatissimi interessi, scrittore dalla bella prosa, Strukul, che ha evidentemente uno spirito divulgativo particolarmente sviluppato, conduce con mano sicura il lettore in un percorso nel tempo e nello spazio che attraversa la storia dell’arte e al tempo stesso quella delle sorti umane e progressive, inducendo una riflessione generale su molteplici aspetti e regalando un’intensa rappresentazione della bellezza, esaltata dal pregio dell’edizione, splendida sia per quel che concerne i testi che in merito all’amplissimo e affascinante corredo di immagini che la connota, e del suo salvifico potere.

Standard
Libri

“Inquisizione Michelangelo”

Screenshot (114).pngdi Gabriele Ottaviani

Fu il cardinal Badia a rompere per primo la cortina pesante che s’era creata. Lo fece più per amor di verità. Carafa sapeva che sarebbe stato il più difficile da convincere. E comprese anche il senso delle sue parole: «Amici, capisco perfettamente quanto frasi come queste possano spezzare il precario equilibrio che, con fatica, stiamo cercando di ricomporre, alla luce della frattura determinata dalle tesi protestanti. D’altra parte mi chiedo se il passaggio appena letto sia l’unico e il solo o se – e confesso che, conoscendo le tesi di Benedetto Fontanini, è quello che temo – ve ne siano altri che possano, nelle mani sbagliate, incitare a una ribellione la quale, inutile dirlo, equivarrebbe alla fine della nostra amata Chiesa».

Inquisizione Michelangelo, Matteo Strukul, Newton Compton. La Chiesa è la sposa del Signore, ma è anche un’autorità politica ben attenta a preservare intatto il proprio potere, e possibilmente ad accrescerlo sempre di più, soprattutto in un’epoca in cui le alte sfere ecclesiastiche del voto di castità, obbedienza e povertà non sanno decisamente cosa farsene. E nel frattempo opera uno dei più straordinari geni dell’umanità, artista raffinatissimo ma anche uomo dalle mille sfaccettature… Caleidoscopico e intrigante, il nuovo romanzo storico di Strukul, avvincente, divulgativo, semplice e articolato, intriga e conquista.

Standard
Libri

“I Medici – Decadenza di una famiglia”

51Et+ZSSNTL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il rombo del tuono parve schiantare le pareti. Fulmini screziarono d’argento la volta cupa del cielo. Cadeva una pioggia scura, fitta, maledetta. Maria portò la mano bianca al viso e si asciugò una goccia. Guardò le dita e gridò. Erano sporche di sangue. Non riuscì a capire, dapprincipio, ma poi tutto fu più chiaro: pioveva sangue. Una tempesta di disperazione e scempio mentre i tuoni, ora, parevano le urla dei dannati provenienti dalle forre dell’inferno. Tremò di un terrore acido e violento. Sentì il corpo vibrare, sferzato dalla pioggia nera e dal vento che ululava per le strade della città. L’abito, una rozza e leggera tunica, si incollava alla pelle, aderendo in modo insopportabile e andava chiazzandosi di tinte scarlatte. Parigi era in preda a elementi ultraterreni.

I Medici – Decadenza di una famiglia, Matteo Strukul, Newton Compton. Maria de’ Medici, che ha portato la raffinatezza nella Parigi del diciassettesimo secolo, corrotta più di un ingranaggio rugginoso che ormai non può far altro che sfarinarsi in modo miserrimo al primo tentativo di tocco, non fa in tempo a sposare Enrico IV che subito si trova coinvolta suo malgrado in una serie di diaboliche macchinazioni e congiure. Del resto, si sa, il potere logora chi non ce l’ha, e non ci si può fidare di nessuno, forse nemmeno di sé stessi, prede come siamo, ognuno di noi, della nostra fragilità, di bisogni e desideri che obbediscono a leggi irrazionali e incontrovertibili. È dunque l’inizio della fine per una schiatta tra le più nobili. Ma… Un romanzo storico comme il faut, che appassiona e conquista.

Standard
Libri

“Giacomo Casanova”

51UPUlc6H-L._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Era innamorato! E non avrebbe potuto essere più bello!

Giacomo Casanova – La sonata dei cuori infranti, Matteo Strukul, Mondadori. La Serenissima non lo è per nulla, visto che naviga in cattive acque sotto ogni punto di vista, economico, politico, sociale e, come si suol dire, chi più ne ha più ne metta. Ogni angolo nasconde un pericolo, ogni muro ha orecchie, ogni segreto non attende che di essere svelato, ogni guanto può essere lanciato in segno di sfida, per un duello che spesso non si ferma affatto al primo sangue. E Casanova è tornato nella sua terra, tra le calli e i sottoporteghi, più seducente che mai: questa volta però l’inattesa forza dell’amore vero colpisce anche lui. E le conseguenze sono incredibili… Un feuilleton dal ritmo vibrante che ricostruisce la storia in modo violentemente prezioso: da leggere e rileggere. Assolutamente da non perdere per nessuna ragione.

Standard
Libri

“I Medici – Una dinastia al potere”

51JlTBhtxIL._SX328_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Cosa ne sarebbe stato, pensò Lorenzo, della loro amata città?

I Medici – Una dinastia al potere, Matteo Strukul, Newton Compton. Cosimo e Lorenzo, quando Giovanni de’ Medici muore, si trovano per le mani una vera e propria fortuna. che fa gola a molti, che li vedono come il fumo negli occhi, che vogliono prendere il loro posto, impossessarsi del potere. Ma i fratelli sono spregiudicati, mecenati cui si deve la fortuna dell’Italia e del suo patrimonio artistico e allo stesso tempo strateghi incapaci di ammettere la possibilità di una sconfitta, e pronti a tutto per evitarla: omicidi, congiure di palazzo, giochi di potere, intrighi, tradimenti, mercenari, colpi di scena, denaro, guerre, cospirazioni. E naturalmente amori e passioni, sullo sfondo di una città che vive nuovamente la peste e si arricchisce giornalmente di strepitosi monumenti. Con invidiabile leggibilità l’autore prende per mano il lettore e, basandosi su fatti storici risaputi, getta su di essi una luce nuova che coinvolge, conquista, cattura l’attenzione.

Standard