Libri

“Il giorno dei giorni”

di Gabriele Ottaviani

Il tonfo indicava un’esplosione…

Il giorno dei giorni, John Smolens, Mattioli 1885. Traduzione di Sebastiano Pezzani. Jed lavora nella fattoria di Andrew Philip Kehoe, contadino divenuto abbiente proprietario terriero nonché tesoriere della scuola della sua città, uno dei massimi contribuenti alla costruzione, iniziata nel millenovecentoventidue, per volere della comunità, di un nuovo edificio scolastico in quel di Bath Township, in Michigan. Si dà il caso, però, che in realtà Kehoe, che si è guadagnato la fiducia di tutti, anche nel cantiere, non veda affatto di buon occhio l’opera. Né tantomeno la relativa tassa che lui ha dovuto pagare in prima persona. E che abbia una passione per gli esplosivi. Jed dal canto suo è un ragazzino. Che ha un’amichetta. Bea. Che ora è assai adulta. E ripercorre i sentieri della memoria. Di quel giorno. Il giorno che ha sconvolto Bath. Il Michigan. L’America. Il mondo. Il giorno in cui tre ordigni hanno ucciso quarantacinque persone e ne hanno ferite cinquantotto. Il giorno del massacro della Bath School. Mercoledì diciotto di maggio, anno del Signore millenovecentoventisette: il giorno dei giorni. Prendendo le mosse da fatti reali, John Smolens dà alle stampe un capolavoro che dipinge vividissimamente l’intera gamma dei sentimenti umani. Da non perdere per nessuna ragione.

Standard
Libri

“Margine di fuoco”

7180km-7hJL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

In una sola occasione Pearly aveva considerato l’eventualità di morire.

Margine di fuoco, John Smolens, Mattioli 1885. Traduzione di Sebastiano Pezzani. A cura di Chiara Voltini. Con accenti che ricordano i Dubus e Joyce Carol Oates, tessendo con maestria una storia ad altissima tensione che indaga l’animo umano soprattutto nelle sue zone d’ombra, la sapiente e preziosa prosa di Smolens, docente, romanziere, autore di racconti plurinominato e pluripremiato, sullo sfondo del Lago Superiore dipana dinnanzi agli occhi del lettore la vicenda intrigante, appassionante e inquietante, da bersi con avidità, di Martin e Hannah, che decidono di restaurare una vecchia casa insieme, e al tempo stesso di ricostruire le proprie esistenze ormai unite da un amore sbocciato per caso nel corso di una lunga estate calda. Il congedo dal servizio militare di Sean, ex di Hannah, e il conseguente ritorno di lui in città, complica però, con ogni evidenza, le cose… Da non perdere.

Standard