Libri

“Amilcare Cipriani il rivoluzionario”

41rYXZ3ENeL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Che uomo è questo Cipriani!

Amilcare Cipriani il rivoluzionario, Marco Sassi, Bookstones. Il carisma non si impara. Non si compra. Non si vende. È come la classe. L’eleganza. L’educazione. L’intelligenza. La bontà d’animo. È una dote. È un dono. Ce chi ce l’ha. E chi no. Cipriani ne aveva. Eccome. Nato, di origini riminesi, nell’Anzio papalina che non vede di buon occhio il padre nel milleottocentoquarantaquattro, morto a Parigi a settantaquattro anni ancora da compiere mentre la Grande Guerra sta sferzando il mondo coi suoi mefitici colpi di coda, ha affascinato e seduce intere generazioni. E intellettuali formidabili. Zola, Prezzolini, Yeats… Garibaldino, comunardo, anarchico, combattente, socialista, patriota, figura mitica e mitologica di cui qui non si fa affatto un’agiografia bensì si riproduce persino integralmente un diario, vergato durante una delle più celebri e impegnative detenzioni, quella nella “napoleonica” isola d’Elba, ha abbandonato la tranquillità, l’agio e la sicurezza per impegnarsi in prima persona per le istanze del popolo vessato. Da conoscere, assolutamente, oggi più necessariamente che mai.

Standard