Libri

“La rivoluzione in cammino”

518nHFX1WLL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Spesso in quei mesi, come sottolineano le diverse fonti e memorie, He e Mao vissero assieme solo sporadicamente, rispettando di fatto le regole che disciplinavano rigidamente le relazioni coniugali durante quel terribile periodo, secondo le quali marito e moglie di norma non dovevano vivere assieme se non occasionalmente durante le fasi di guerra. Pochi mesi dopo essere stata costretta ad abbandonare la figlia, He Zizhen fu gravemente ferita dalle schegge di una bomba lanciata da un aereo nemico e costretta ripetutamente a essere trasportata su di una specie di portantina. Ciononostante nell’ottobre 1936, quando le armate comuniste si erano temporaneamente fermate nella cittadina di Bao’an prima di attestarsi a Yan’an, He diede luce a una bambina (Jiaojiao): tenuto conto delle sue condizioni, a Yan’an fu esonerata da qualsiasi compito, ma allo stesso tempo i suoi rapporti con Mao cominciarono a deteriorarsi, anche a causa di un presunto nuovo rapporto sentimentale che Mao avrebbe avviato in quel periodo.

La rivoluzione in cammino – La Cina della lunga marcia, Guido Samarani, Salerno editrice. Ancora adesso per molti Mao è un mito: certamente è un personaggio storico di formidabile e fondamentale importanza, controverso, centrale nello scacchiere politico internazionale, incarnazione di certi ideali che in qualche remoto recesso del globo non smettono di resistere. Guida di un grandissimo paese, uomo non privo di manchevolezze, è qui mirabilmente ritratto, ma ancor più significativo è il quadro di una straordinaria e molteplice nazione come la Cina: da leggere.

Standard