Libri

“Rotti e stracciati”

rotti-e-stracciati-alberto-sciamplicotti.jpgdi Gabriele Ottaviani

I pantaloni sono gli stessi che usa a scuola durante il lavoro di bidello, mentre le scarpe sono dei mocassini di pelle nera, buoni tutt’al più per una passeggiata in centro.

Chi crederebbe mai che si tratti di uno dei migliori alpinisti che si ricordino, partendo da questa definizione? E invece è proprio lui, Vito Plumari. Non è nato all’ombra della corona di monti che cinge il capo dello Stivale, anzi, ma insieme a Pierluigi Bini, come lui di origini romane e periferiche, mette insieme, negli anni Settanta, una nuova cordata di appassionati arrampicatori, ricchissimi d’entusiasmo, decisamente meno di pecunia. Ma si sa che non di solo pane vive l’uomo. E per fortuna, vien da aggiungere. Rotti e stracciati – Aria di Roma sulle cime, di Alberto Sciamplicotti per Alpine studio, è il racconto avvincente, dettagliato, interessante, approfondito di questa epopea. Da non perdere.

Standard