Libri

“Trieste e il caso Ibsen”

di Gabriele Ottaviani

Brand, ricorda Slataper, è in principio concepito come un lavoro epico…

Trieste e il caso Ibsen – Polemiche e dibattiti tra Otto e Novecento, Paolo Quazzolo, Marsilio. Presentazione di Franco Perrelli. Materica e immateriale musa di Quarantotti Gambini, città di frontiera non solo fra l’occidente e l’oriente ma pure fra i caldi colori mediterranei e le atmosfere brumose però gravide di suggestioni della Mitteleuropa, Trieste, amata da tanti intellettuali e scrittori che l’hanno scelta come luogo dell’anima, quando non vi erano direttamente nati, tanto che non mancano le loro statue che paiono passeggiare per le vie del capoluogo del Friuli-Venezia Giulia in prossimità di giardini, piazze e biblioteche, è stato ed è un territorio di fermenti, che qui sono raccontati attraverso la lente di una particolare ottica culturale e cronologica, riferita al periodo della nascita della psicanalisi e della narrazione della crisi dell’uomo moderno, albatro incapace d’incedere in una società in cui non si riconosce. Da non perdere.

Standard