Libri

“Quarry”

quarry.jpgdi Gabriele Ottaviani

Aprì le gambe, io strisciai su di lei e le scivolai dentro facilmente.

Quarry, Max Allan Collins, Vallardi, traduzione di Andrea Berardini. Il Vietnam l’ha risparmiato, non il dolore del ritorno. E del ritrovare un mondo a cui non sente più di appartenere, e che non riconosce più. Questo è Quarry, e per questo inizia a fare il sicario. Perché il mito del sogno americano certe volte passa anche per il delitto su commissione. Il primo incarico che gli viene affidato sembra molto semplice. Sembra. E sembra anche che sia tornato fra noi Raymond Chandler, o quantomeno qualcuno che possa fregiarsi del titolo di suo degno erede: le trame sono classiche ma assai ben congegnate, la coloritura dei personaggi e della realtà è vivida ed efficace, il ritmo coinvolgente, lo humour nero al punto giusto, per un antieroe magnetico e intrigante. Non stupisce che la HBO – It’s not tv, it’s HBO, come recita il fortunatissimo slogan – ne stia traendo una serie con protagonista Logan Marshall-Green: da leggere.

Standard