Libri

“Sola andata”

COVER- Sola andatadi Gabriele Ottaviani

La questione di base non è solo quella di evitare di sprecare preziosissimi soldi pubblici (i bisogni sociali veri sono tanti, e gravi) ma soprattutto di rendere conto ai cittadini di come i soldi sono stati spesi e perché.

In Italia la pressione fiscale è alta, si sa. E tante cose sono sempre più care. Ogni aumento, soprattutto se concerne prodotti di prima necessità, è visto come un sopruso, un’ingiustizia, una vessazione. L’Italia non è un paese nel quale è facile muoversi. Molti ricorrono all’automobile. Parecchi utilizzano le autostrade. Anche solo perché costretti. Per andare a lavorare. E i rincari, un po’ come succede per esempio con le sigarette, che però certo bene primario non sono, anzi, non mancano quasi mai all’inizio dell’anno. Soprattutto su tratte che sono già un vero e proprio ingiustificato, perché il servizio non è eccezionale, anzi, salasso (le proteste recentissime di molti sindaci laziali e abruzzesi lo confermano): Marco Ponti, professore ordinario – ora in pensione – di economia applicata al Politecnico di Milano, lo stesso ateneo presso il quale si è laureato, prima di partire per gli Usa e di occuparsi di trasporti in tutto il globo, scrive con chiarezza esemplare Sola andata (EGEA – UBE Università Bocconi Editore), in cui fornisce la sua ricetta per risolvere il problema. Da non perdere assolutamente. Per essere più informati e consapevoli.

Annunci
Standard