Libri

“Le regole del cammino”

di Gabriele Ottaviani

A Castel di Tora, piccolo comune di meno di trecento anime del Rietino, uno dei borghi più belli d’Italia, al centro di una riserva naturale che si affaccia sul lago del Turano, ho visto la sindaca festeggiare commossa un fiocco rosa apparso sul portone di un palazzo: da queste parti una nascita è un avvenimento, perché senza nuovi nati il paese è destinato a morire…

Le regole del cammino – In viaggio verso il tempo che ci attende, Antonio Polito, Marsilio. Giornalista, scrittore e politico, Antonio Polito ha un’invidiabile capacità narrativa: con lapidaria chiarezza affronta i temi della contemporaneità inducendo a meditare su una molteplicità di aspetti. In questo nostro tempo precario, in questa nostra società sempre più invidiosa, rabbiosa e priva di buon senso, è forse il caso di ragionare sulla sofferenza, sulle reali priorità, sulla concretezza dei beni più significativi, che non possono essere acquistati: Polito tratteggia un vivido itinerario alla riscoperta della giusta misura delle cose e del tempo, dittatore che tutto fagocita ma dalla cui frenesia è bene evitare di lasciarsi travolgere.

Standard
Libri

“Fuggire da, correre verso”

download (1).jpgdi Gabriele Ottaviani

Dopo il Natale l’inverno si attestò su un clima rigido…

Fuggire da, correre verso, Bruno Polito, Federica Liberati, Aracne. Mens sana in corpore sano, dicevano gli antichi. E in effetti lo sport aiuta non solo il fisico, ma anche, per non dire soprattutto, l’equilibrio psichico. La corsa, col suo gesto naturale, istintivo, immediato, ripetitivo, è il modo ideale per prendersi un tempo. Uno spazio. Una pausa di riflessione. Per fare un bilancio. Per porre le basi per il futuro. Ma dove si va quando si corre? Si ha una meta? Oppure si cerca di allontanarsi da qualcosa che spaventa, atterrisce, addolora? Il romanzo, semplice, chiaro, intenso, lieve, lineare, ben costruito, parla proprio di questo. Del senso delle cose, e della sua strenua ricerca nel mondo. Le vicende dei protagonisti – Paolo, Emiliano e Angelica – si amalgamano compiutamente, e la lettura, facile e avvincente, induce alla riflessione.

Standard