Libri

“Buongiorno, Wuhan!”

di Gabriele Ottaviani

Ultimamente sta in fissa con la stand-up comedy…

Buongiorno, Wuhan! – Cronache (da casa) di un teenager, due gatti e WeChat durante la pandemia, Sara Platto, De Agostini. Il ventitré di gennaio del duemilaventi è il giorno del compleanno di Matteo. Dodici anni sono una ricorrenza importante, e lui non vede l’ora di festeggiare con tutti i suoi amici, come ciascuno normalmente può fare. Ma di normale quel giorno non c’è niente, perché nella sua città scatta l’allarme, ed è l’inizio della perdita della socialità, della quotidianità, della spensierata leggerezza per ciascuno di noi: stiamo vivendo l’impensabile e l’imprevedibile, e la letteratura, anche quando inventa realtà altre, in verità non fa altro che parlare ai suoi contemporanei delle cose che più loro stanno a cuore, perché siamo fatti per stare assieme, per condividere. Come tutte le cose, le si apprezza pienamente solo quando mancano, ma la riscoperta della dimensione domestica è anche un’occasione per rimettere in ordine le priorità, godersi gli affetti più veri, senza smettere di pensare al futuro: grazioso, tenero, delicato, lieve ma non superficiale.

Standard