Libri

“Pionieri”

41O+0WNQhoL._SX321_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Ma se ti perdi d’animo tu, che cosa sarà di tutti quanti noi?

Pionieri, Willa Cather, Mattioli 1885, traduzione di Nicola Manuppelli. Willa Cather, vissuta a cavallo fra Ottocento e Novecento, è stata una scrittrice statunitense di grandissimo talento ma ancora oggi troppo poco conosciuta rispetto a quanto avrebbe meritato e merita: perché la sua prosa è potente, splendida, magnetica, ricca di suggestioni, varia, intensa, classica, elegante, grave, nostalgica. Nata in Virginia e presto trasferitasi in Nebraska, ha prodotto una serie di opere che possono essere raggruppate in base a diverse influenze e scelte narrative, stilistiche e tematiche: il libro in questione, assolutamente da non perdere, prende le mosse dai racconti delle esistenze ardue e semplici dei contadini svedesi, boemi e polacchi emigrati in cerca d’un avvenire migliore nelle praterie del West, e narra nella fattispecie dei Bergson, scandinavi la cui figura centrale è Alexandra, una donna determinata che vuole far sì che la sua terra dia il frutto sperato… Epico.

Standard