Libri

“Black Square”

71j0eTbSjuL._AC_UY218_ML3_di Gabriele Ottaviani

Mi rimisi a sedere mentre Elsa si accendeva una sigaretta e mi porgeva il pacchetto. A New York tutti fumano. In clandestinità magari, senza farsi vedere. Con devozione. «Bene, Allie è un ragazzino» dissi guardando fuori quegli alberi bianchi, pesanti, da cartolina alpina. «Un caro ragazzino pieno di paure. Ha paura del mondo esattamente come il Giovane Holden. fa il suo lavoro con meticolosa precisione e teme la signora Sutherford che ha deciso di licenziarlo. Perché lo ritiene un bugiardo. Perché non ha documenti. Perché… non è riuscito, nonostante la buona volontà, a mostrarsi credibile, affidabile, amabile». «Lui è, per tutti, indecifrabile». «Mi ha colpito quando sono entrato in quella casa, la prima volta, e la cosa che ha notato subito erano le mie valige. Non ci ho fatto subito caso quando si è complimentato per le mie valige… ma poi mi sono ricordato che questo particolare, Holden che non poteva sopportare qualcuno che avesse valige dozzinali, mi aveva colpito alla prima lettura e fatto sorridere e fatto pensare. Anche io ho l’abitudine di esaminare i bagagli dei miei compagni di viaggio. E di farmi, da questi, un’idea del loro livello culturale. È un ragazzino. Ho capito che dovevo denunciare i miei sospetti ma non vorrei che gli accadesse nulla di male. Non potrei perdonarmelo». «Perché adesso è una Persona» mi interruppe Elsa. «Sì, credo di sì».

Black Square – La fuga del giovane Holden, Maria Rosaria Petti, L’Erudita. Nulla è come sembra in questo romanzo che sovverte ogni regola ed è raffinato, complesso, avvincente, appassionante, intrigante, coinvolgente, brillante, che si muove nel tempo e nello spazio, e tra realtà e finzione, vero, verosimile e inverosimile, persone e personaggi, con abile agilità, narrando la storia di un uomo, Pietro Maltese, che scopre d’improvviso di avere una figlia. Il che lo costringe, con ogni evidenza, a fare i conti con il proprio passato, e non solo. Nel frattempo, Holden Caulfield e Anne Frank, che certo non hanno bisogno di presentazioni, evadono letteralmente dalle pagine dei romanzi che ne hanno eternato il nome in cerca di una vita diversa, che li porta a intrecciare i propri destini con quelli di Pietro e a muoversi da una dimensione all’altra per il tramite di un quadro che è un vero e proprio mistero, Black Square: come se non bastasse, ci si mette anche l’Interpol… Da leggere.

 

Standard
Libri

“La ragazza delle meraviglie”

unnamed (1).jpgdi Gabriele Ottaviani

Le ore della notte trascorsero pesanti.

La ragazza delle meraviglie, Lavinia Petti, Longanesi. All’ospedale dell’Annunziata, a Napoli, c’è la ruota degli esposti, laddove bambini che non si possono o vogliono crescere, quali che siano i motivi per cui si giunge a compiere una scelta comunque così dolorosa e violenta, nell’accezione più ampia del termine, possono essere lasciati, avendo la certezza che le mani che se ne occuperanno saranno competenti e amorevoli. In una notte buia e tempestosa una piccola viene abbandonata lì: adottata da una famiglia di estrazione popolare, vive libera, quasi selvaggia, fin quando non scopre la verità e, sentendosi tradita, fugge. Adolescente con nomina da strega, si rifugia in una grotta sul mare, e… Potente, ammaliante, formidabile: da leggere, rileggere, far leggere.

Standard