Libri

“I lupi di Roma”

di Gabriele Ottaviani

Il papa aveva deciso…

I lupi di Roma, Andrea Frediani, Newton Compton. Giovanni Gaetano Orsini, sessantasettenne, nel milleduecentosettantasette, tre anni prima della morte, sale al soglio pontificio col nome di Niccolò III: membro di una delle più importanti, antiche e blasonate famiglie dell’aristocrazia romana (clan avvezzi a spartirsi più o meno senza esclusione di colpi il trono del vicario di Cristo, all’epoca molto più interessato al potere temporale che a quello salvifico sulle anime), il cui cognome riecheggia un po’ dappertutto, dal castello di Soriano nel Cimino fino a numerose residenze sparse ora qui ora lì, e non solo, durante il suo regno si oppone a Carlo d’Angiò, monarca di Napoli e Sicilia, non lesina in simonia – è nella bolgia dedicata a coloro che si sono macchiati di tale colpa che infatti lo colloca Dante – e nepotismo pur di accrescere il suo prestigio: è in questo contesto che con perizia mirabile e ritmo sostenutissimo Frediani, dotto e divulgativo assieme, abilmente ambienta una saga feroce e imponente. Da leggere.

Standard
Libri

“Un caso troppo complicato per l’ispettore Santoni”

di Gabriele Ottaviani

Cosa rappresenta quel volto dipinto?

Un caso troppo complicato per l’ispettore Santoni – Una nuova indagine per Lupo Bianco, Franco Matteucci, Newton Compton. Appassionante, avvincente, travolgente, emozionante, ben congegnato in ogni dettaglio, il nuovo romanzo di Matteucci, originale e appassionante, è davvero sorprendente, in maniera più che positiva: tutto inizia quando l’ispettore Marzio Santoni si ritrova a indagare sull’improvvisa morte dell’anziano medico condotto di Valdiluce. Cosa è successo davvero in quella baita isolata fra le montagne? E inoltre, chi sono… Da non farsi sfuggire per nessuna ragione.

Standard
Libri

“La confraternita degli assassini”

di Gabriele Ottaviani

Nour, dove sei?

La confraternita degli assassini, Marcello Ciccarelli, Bruno Di Marco, Newton Compton. All’inizio del quindicesimo secolo un matematico e la sua enigmatica figlia dopo aver lasciato Damasco giungono in seguito a un viaggio davvero rocambolesco a Roma: lui sogna di prendere servizio in una corte mettendo a frutto tutto ciò che conosce e soprattutto la sapienza straordinaria della sua bambina, che ha un’intelligenza fuori dal comune e una memoria formidabile. Doti, queste, che però in una città torbida, laida e corrotta non mancano di  attirare attenzioni niente affatto raccomandabili: così una notte la bambina viene rapita E allora Isidoro si mette al servizio del papa: tutto, pur di ritrovare la figlia. Ma… Sensazionale.

Standard
Libri

“La casa della seta”

di Gabriele Ottaviani

Desiderava con tutte le forze dimostrare quanto fosse abile, e…

La casa della seta, Kayte Nunn, Newton Compton. La casa della seta, esclusivo college britannico, è da più di un secolo e mezzo un rifugio per ragazze in difficoltà, e il destino di un’insegnante che, ignara di ciò che l’aspetta, vi giunge con la semplice intenzione di fare per quanto meglio le sia possibile il proprio lavoro si intreccia con la storia di questa magione: nello stesso tempo però a Londra un’altra donna ha un altro sogno, ossia quello di imporsi in un ambiente tutto al maschile, e… Deflagrante, ottimo, travolgente: il ritorno in libreria di Kayte Nunn è più brillante che mai.

Standard
Libri

“La libraia di Auschwitz”

di Gabriele Ottaviani

I libri non erano molti, ma…

La libraia di Auschwitz, Dita Kraus, Newton Compton. Traduzione di Laura Miccoli. La sua è una storia vera e ora finalmente la sentiamo della sua viva voce, dopo che in parte la vicenda è stata anche raccontata in un romanzo di successo internazionale. Qui però non c’è spazio per altro che non sia la deflagrante verità di una tredicenne che con la madre viene deportata ad Auschwitz e diventa la custode di pochi preziosissimi libri, e dunque, come una sacra vestale, nell’abiezione più nera, della fiamma della speranza. Da non perdere.

Standard
Libri

“Le parole che salveranno il mondo”

di Gabriele Ottaviani

La verità è un modo di esistere…

Le parole che salveranno il mondo, Papa Francesco, Newton Compton editori. Il messaggio di Cristo è un messaggio d’amore, e il papa è il vicario di Cristo in terra: la terra è un dono di Dio, e bisogna averne cura, anche perché non abbiamo, allo stato attuale, un altro pianeta sul quale andare a vivere, a prescindere che si sia credenti o meno. Papa Bergoglio, è noto, ama la chiarezza: quando è apparso a San Pietro la prima volta non ha citato parabole, ha detto Buonasera!, e questo volume, una sorta di vero e proprio glossario per la pace, conferma la sua attenzione alla divulgazione, al cuore delle persone, agli umili e ai semplici, a capire e a farsi capire, avvalendosi di espressioni-chiave che fungono da perno per il suo discorso, volto al benessere universale. Da non perdere.

Standard
Libri

“Il gatto del bianco Natale”

di Gabriele Ottaviani

Non dovevano assolutamente darsi per scontati…

Il gatto del bianco Natale, Florence McNicoll, Newton Compton editori. Traduzione di Marta Lanfranco. Laura lavora in un rifugio per cani e gatti abbandonati, e la sua è una vera e propria missione. Del resto, un impiego del genere non si può fare se non si ha un cuore grande. Il suo ragazzo, però, pur essendo certamente un’ottima persona, non riesce a capirla fino in fondo: e così, complici l’atmosfera natalizia e un nuovo incontro… Tenero, delicato, intenso, lieve ma niente affatto superficiale.

Standard
Libri

“100 personaggi che hanno fatto la storia di Firenze”

di Gabriele Ottaviani

Oriana nasce a Firenze il 29 giugno 1929…

100 personaggi che hanno fatto la storia di Firenze, Ippolita Douglas Scotti, Newton Compton. La seconda capitale d’Italia, la patria di Dante che maltrattò il suo figlio prediletto tanto da condannarlo a un sempiterno esilio, la città del giglio, dell’Arno, dei Medici e del rinascimento, di Artusi, Bartali, Benigni, Boccaccio, Botticelli, Brunelleschi, Collodi, Oriana Fallaci, Margherita Hack e tanti altri, ha una vicenda che affonda le sue radici nella preistoria, nelle palafitte etrusche d’epoca villanoviana, e che Ippolita Douglas Scotti racconta con piglio divulgativo brillante attraverso una pinacoteca di ritratti vividi e semplici: da leggere.

Standard
Libri

“Forse non tutti sanno che Caravaggio…”

di Gabriele Ottaviani

Caravaggio diventò pertanto il pictor praestantissimus…

Forse non tutti sanno che Caravaggio…, Annalisa Stancanelli, Newton Compton. Il sottotitolo dice già tutto: la vita di un genio tra arte, avventura e mistero. Breve ma intensa, come da abusata frase formulare, verrebbe da dire, è stata infatti la parabola esistenziale di Michelangelo Merisi, a breve nuovamente sullo schermo incarnato da Riccardo Scamarcio – nel cast anche Isabelle Huppert – dopo che qualche anno fa gli prestò corpo e voce Alessio Boni: ha conosciuto la povertà, ha ucciso, ha goduto, è fuggito, è stato sfregiato, è morto in circostanze decisamente singolari, ha lasciato all’umanità capolavori ineguagliabili, che non ci si stanca mai di vedere e rivedere, che ogni volta, come del resto sono i classici, che non finiscono mai di dire quel che hanno da dire, regalano a chi li osserva qualcosa di diverso. Annalisa Stancanelli, per anni docente, dirigente scolastica, giornalista pubblicista, vincitrice, quattordici anni fa, della Borsa di studio del Centro Internazionale di Studi sul Barocco, realizza un’esegesi chiaramente divulgativa, ampia, intrigante e gravida di passione: da non farsi sfuggire.

Standard
Libri

“I segreti della Biblioteca sulla Quinta Strada”

di Gabriele Ottaviani

Aprì il libro, e…

I segreti della Biblioteca sulla Quinta Strada, Fiona Davis, Newton Compton. Traduzione di F. Montemagno e N. Giugliano. Ventisette anni fa, nel millenovecentonovantatré, Sadie può dirsi una donna fortunata, perché ha realizzato il suo sogno, ossia è la curatrice della collezione Berg, nella biblioteca di New York: l’incarico non è solo prestigioso, importante, pieno di responsabilità, ma è anche soprattutto un lavoro bellissimo, appassionante, intrigante, entusiasmante, che manderebbe in solluchero chiunque pure solo ami accostarsi ai libri per sfogliarli e respirare un po’ del loro profumo di cultura. Quando alcune preziose opere vengono trafugate, pertanto, per lei è un vero e proprio dolore: non c’è tempo da perdere, c’è un’indagine da compiere. Lei però non solo non è un’investigatrice, ma non immagina nemmeno di essere catapultata indietro di ottant’anni: lontano nel tempo, ma molto vicino per altri motivi… La letteratura ha tanti poteri salvifici: tra questi c’è senza dubbio la capacità di far sognare ed evadere, e con questo romanzo si riesce a godere di una mai superficiale leggerezza.

Standard