Libri

“Nel calore del tuo corpo”

nel calore del tuo corpo.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il suo cowboy dominatore l’avrebbe finalmente presa.

Silvia Carbone e Michela Marrucci, Nel calore del tuo corpo, Aliberti. Di rado ci si amalgama così bene, quando si è in due a scrivere la stessa cosa. Qui però è successo: d’altro canto non è la prima volta che le due autrici collaborano, si vede che c’è una bella intesa. Non si avvertono stacchi, scarti, frizioni, attriti inconsulti nel fluire convincente della prosa di questo romanzo che certamente può essere definito erotico, dato che al centro mette il sesso, e sin dalla copertina, con un evidente richiamo, un messaggio diretto, un rimando a una passione carnale, fisica, travolgente, che si esplica per lo più attraverso torridi amplessi. Swami vive un’esistenza normale, per non dire perfetta, a Boston, e il viaggio per Hardin, una località abbastanza sperduta del Montana, non è niente di più che una formalità: il nonno è morto, lei ha ereditato un ranch, va, lo vende, prende i soldi e torna. Non sa che lì c’è Riley. Un mandriano. Affascinante? Decisamente riduttivo considerarlo così…

Standard