Libri

“Il pittore dei Khmer rossi”

41ZGtvEJcuL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Pensavo al giorno in cui mi avrebbero portato via per uccidermi.

Il pittore dei Khmer rossi, Vann Nath, Add. Prefazione di Lawrence Osborne, traduzione di Maria De Caro. La Cambogia ha vissuto un regime orrendo. Quello di Pol Pot. Nella prigione S-21 Tuol Sleng sono state torturate e uccise quattordicimila persone. Colpevoli di non essere allineate al regime. I sopravvissuti di quel girone infernale sono sette. Tra cui Vann Nath. Un pittore. Quindi qualcuno che poteva essere utile per la propaganda. Pertanto accanto al suo nome non fu scritto DISTRUGGERE. Bensì TENERE E USARE. Finita la dittatura che ha ucciso un cambogiano su tre Vann Nath ha adoperato la sua arte per testimoniare. Il libro è semplicemente un volume necessario. Dal punto di vista etico, civile, sociale, morale, culturale, storico e politico.

Standard