Libri

“Che cosa è il cinema”

cd76245e70edd78bdde7b36b34e1e753_w140_h_mw_mh_cs_cx_cydi Gabriele Ottaviani

  • È vero che una volta ha rasato un topo per vedere quanto era bello?
  • È vero. La natura riserva sempre delle sorprese.

(Dall’intervista a David Lynch)

Mario Sesti incontra i grandi della settima arte, e Donzelli pubblica Che cosa è il cinema. Attraverso le parole e i limpidi ritratti di Servillo, Connery, Streep, Pacino, Golino, Cronenberg, Lynch, Malick, Penn, Kusturica, wenders, Assayas, Tornatore e Winding Refn la panoramica è completa e variegata: tra tecnica ed emozione, metodo e improvvisazione, sensibilità e studio, l’autore tramanda ai lettori un racconto che è a sua volta come un film, o meglio un documentario, corale e persino contraddittorio, in cui si confrontano a distanza, ma è come se si parlassero seduti tutti insieme allo stesso tavolo, in un’atmosfera delle più conviviali, artisti che hanno fatto di una passione un lavoro. Un lavoro precario, persino superfluo, forse. Ammesso che si possano considerare pleonastiche la bellezza e le emozioni.

Standard