Libri

“Eccetera”

di Gabriele Ottaviani

Kitty, proviamoci. Vale la pena di rischiare, ne sono sicuro. Prendiamola come una scommessa. Ci stiamo perdendo – ci stiamo perdendo la cosa più bella del mondo, solo per paura.

Eccetera – Una commedia profetica, Rose Macaulay, Liberilibri, traduzione di Irene Canovari. Vissuta a cavallo fra Ottocento e Novecento, trasferitasi a soli sei anni dall’Inghilterra in Liguria in cerca di un clima più salubre per la cagionevole madre, Rose Macaulay, autrice di romanzi celebri e pluripremiati, piacevoli a leggersi e sapidi, poesie, libri di viaggio e studi critici su Forster e Milton, in questo volume, attualissimo benché risalga al millenovecentodiciotto, quando, per alcuni passaggi potenzialmente sovversivi fu ritirato dalla distribuzione, in cui ricomparve sottotraccia l’anno successivo, appare al lettore nella veste di geniale creatrice di un mondo nel quale il paternalistico, e dunque ben poco umano, governo di quella che D’Annunzio avrebbe chiamato algida Albione, al fine di prevenire la nascita di cittadini idioti, capaci di scatenare un’altra guerra mondiale, mentre le macerie ancora fumigano, stabilisce l’inquietante e pericolosa, orwelliana prima di Orwell, Legge per il Progresso Mentale che classifica la popolazione in base all’intelligenza, e dissuade i più stupidi a sposarsi e a prolificare… Da non perdere per nessun motivo al mondo.

Standard