Libri

“L’uomo di fumo”

41vZ8OlmhcL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Sempre tradimento è, che cambia?…

Tutti lo cercano, tutti lo vogliono, nessuno lo trova, è inarrestabile, inafferrabile, incomprensibile, evanescente, incontrollabile, è l’ossessione che ha condotto molti alla tomba, c’è chi lo insegue per vendetta, per onorare la memoria di un genitore o di qualcuno che ama e ha amato,  chi lo bracca per altri, ma non meno validi e impellenti motivi, è al tempo stesso la condanna e l’allegorica sintesi dell’abiezione di cui è intrisa la città che getta nel panico con i suoi delitti efferati, orrorifici e abominevoli, la Londra della metà del diciannovesimo secolo, ricettacolo di frustrazioni sfociate nei rivoli mefitici dell’abiezione: con prosa lirica, monumentale  e irresistibile Steven Price, pluripremiato autore canadese qui per Bompiani tradotto da Piernicola D’Ortona e Marisetlla Notaristefano, narra una vicenda magnifica e agghiacciante. L’uomo di fumo: da non perdere.

Standard