Libri

“I Ching di Ernst Bernhard”

download (5)di Gabriele Ottaviani

KUAI – Lo Straripamento

Non si può combattere il negativo, bisogna progredire nel positivo eliminando a tutti i costi dalla situazione il fattore nevrotico con cui non è possibile un compromesso: si deve denunciarlo chiaramente, non combatterlo direttamente, ma progredire nel positivo, così il resto si scioglie. La sentenza: lo straripamento. Decisi bisogna render nota la cosa presso la corte del re. Secondo verità dev’essere proclamata. Pericolo! Bisogna avvisare la propria città. Non propizio è impugnare le armi. Propizio è imprendere qualche cosa. La nevrosi va screditata.

Pediatra. Psicoterapeuta. Esule dalla Germania nazista. Internato dai fascisti. Analista di Fellini. Si discosta presto da Jung e arriva a usare gli esagrammi dell’I Ching, il libro divinatorio cinese, come aiuto diagnostico per i suoi pazienti, cui insegna che l’incertezza è un momento creativo e vitale, una crisi e insieme un’opportunità. D’altronde, si sa, in Oriente le due parole si scrivono allo stesso modo. I Ching di Ernst Bernhard, a cura di Luciana Marinangeli (che fa anche un accurato resoconto del contesto storico e filosofico in cui Bernhard si è mosso), pubblicato da La lepre, è un viaggio affascinante nella mente, nel pensiero, nella filosofia e nell’intelletto e nell’anima individuale e collettiva. Quella di un uomo che ha saputo capovolgere la sua sorte di perseguitato per dare aiuto agli altri e quella di una intera generazione. Da leggere.

Standard