Libri

“Lo stupore di una notte di luce”

copia-di-9788811672333di Gabriele Ottaviani

Janín è scomparso.

Lo stupore di una notte di luce, Clara Sánchez, traduzione di Enrica Budetta, Garzanti. È in classifica da anni. Con pieno merito. La sua è stata una vera e propria rivelazione, benché non fosse all’esordio. È sufficiente il titolo: Il profumo delle foglie di limone. Storia potentissima e scritta in stato di grazia di Sandra, trentenne confusa che si reca in Costa Blanca per una vacanza, e di Julián, ottantenne che vive in Argentina e che vuole vendicarsi dei suoi maledetti persecutori di Mauthausen ancora in vita. Lo abbiamo letto, o perlomeno sentito nominare, tutti o quasi. Bene. Lo stupore di una notte di luce è il seguito, attesissimo. E si sa, più lunga è l’attesa, più dolce è l’incontro. Sandra ora ha un figlio. Che viene rapito. Perché il male non si arrende. E Julián, ancora una volta, deve salvare la giustizia. Perché il silenzio è connivenza, perché l’inazione è una colpa. Come un’onda che s’infrange sugli scogli, ottimo.

Standard