Libri

“L’estate dell’innocenza”

91c-6QS+GeL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il suo mondo era in frantumi.

L’estate dell’innocenza, Clara Sánchez, Garzanti, traduzione di Enrica Budetta. Una delle più prestigiose e fortunate voci narrative degli ultimi anni torna sulla scena con un’opera solida, intensa, avvolgente, convincente, coinvolgente, compiuta, ben caratterizzata sotto ogni punto di vista: è l’infanzia il tempo in cui si avvampa per il fuoco del desiderio di essere grandi, adulti, indipendenti, emancipati, tenuti in considerazione dal prossimo, autorizzati a decidere per sé medesimi. Ma non è così, invece: quando si è piccoli, di norma, a meno di non essere soli al mondo o affidati a dei completi irresponsabili, sono gli altri a decidere per noi. Cercando di fare in modo che conserviamo intatta la purezza, l’innocenza, il più a lungo possibile, perché la disillusione non ci faccia suoi troppo presto. Ma… Da leggere.

Standard