Libri

“Le nemiche”

51DmKr9bUxLdi Gabriele Ottaviani

Ah, sentite! Noi, saremmo rozzi! Noi che siamo figli e nipoti di re! Non lei, che ha per madre una tenutaria di bordello.

Le nemiche, Carla Maria Russo, Piemme. Tutti vogliamo amare. Tutti vogliamo essere amati. Per alcuni però questo rimane un sogno irrealizzabile. E quando succede la condanna senza appello all’infelicità è terribile, dolorosa e inevitabile. E l’amore, violato, respinto, rubato può essere anche alla base di una feroce vendetta. Sono due donne senza eguali quelle che si contendono la scena in questo bel romanzo storico che non manca di fornire al lettore un’efficace ricostruzione del tempo e ritratti intensi, ben caratterizzati, vividissimi. Siamo in pieno rinascimento, e davvero il fine pare giustificare ogni mezzo: Isabella d’Este è brillante, intelligente, colta, abile, scaltra. Non si ferma davanti a nulla. E non si lascia certo intimidire dalla donna che il padre ha scelto per l’erede al trono, una che, a dir poco, disprezza: una creatura dal fascino perverso, ma, come la sua acerrima rivale, determinatissima a ottenere quel che vuole, senza esclusione di colpi, costi quel che costi. Lucrezia Borgia… Da leggere.

Standard