Libri

“Le carte segrete del “Post””

51Et1CYedJL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Mi sentivo sotto assedio.

Le carte segrete del “Post” – Dai Pentagon Papers al Watergate, Katharine Graham, Aliberti. Traduzione di Giorgio Moro. Tratto da Personal history. Meryl Streep l’ha appena incarnata al cinema, prendendosi, questa volta con pienissimo merito, senza nemmeno l’ombra di un dubbio, l’ennesimo grappolo di nomination in tutti i principali premi internazionali relativi alla settima arte. Nessuno credeva che in un mondo maschile potesse tenere la barra dritta. Nessuno credeva che avrebbe avuto il coraggio di dire ai suoi lettori la verità. Nessuno credeva che fosse capace. Nessuno credeva che sapesse organizzare qualcosa di più complesso di una cena di gala. Katharine Graham, l’editrice del Washington Post, prima di lei quotidiano molto meno prestigioso di quanto poi non sia diventato grazie al suo indomito impegno, che ha scoperchiato le menzogne del governo USA, racconta la sua storia. Moralmente indispensabile.

Standard