Libri

“L’amante di Barcellona”

di Gabriele Ottaviani

Suonai il campanello e attesi, con il cuore al galoppo e la testa che continuava a chiedermi cosa diavolo mi stesse prendendo. Per fortuna, la porta si aprì prima che il dialogo tra il mio cuore e il mio cervello avesse inizio. Dopo un concerto di chiavistelli e catenacci, davanti a me comparve una donna giovane con la coda di cavallo, una camicetta rosa aderente e un paio di leggings neri. Accentuava le esse finali e aveva una pronuncia blesa, forse colombiana.

L’amante di Barcellona, Care Santos, Salani, traduzione di Laura Marseguerra. Critica letteraria, ha studiato giurisprudenza e filologia, è giornalista, ha fondato e diretto l’associazione dei giovani scrittori spagnoli e tiene con regolarità laboratori di lettura sia in Spagna che al di là dell’Atlantico: Care Santos racconta in quest’occasione la storia di un libro perduto, prezioso, misterioso, un memoriale svanito da oltre due secoli, ma di cui sono rimaste delle tracce. E… Semplicemente irresistibile.

Standard