Libri

“L’agente segreto”

di Gabriele Ottaviani

I morti sono avulsi, sono come estratti dalla nostra dimensione…

L’agente segreto, Andrea Ferrari, Bollati Boringhieri. Indiscutibilmente bello sin dalla copertina, lieve ma assai profondo, fruibile, leggibile, affascinante, adatto a tutti e dal ritmo irrefrenabile, piacevole e gustoso, fresco e gradevole come l’acqua per chi ha sete, appagante e compiuto, questo raffinato volume racconta la storia di un uomo, un agente segreto non più giovanissimo e dall’aria stropicciata e disillusa, cui viene dato l’ordine di attendere, in un piccolo albergo sulla costa sufficientemente male in arnese, al di là delle apparenze, e popolato dalla più varia umanità, che non manca di stimolare la sua curiosità, una lettera contenente le istruzioni relative alla missione da compiere. Ma… Una delizia.

Standard