Libri

“La vita negoziabile”

41qN3KqIpyL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Non si merita le tue lacrime…

La vita negoziabile, Luis Landero, Mondadori, traduzione di Sara Cavarero. Con ogni probabilità fosse stato per lui non avrebbe scelto di diventare un parrucchiere, ma si sa che il gomitolo del destino d’ognuno non è di sua proprietà, ma è dipanato e saldamente tenuto in mano da Cloto, Lachesi e Atropo, le tre Parche che fanno più o meno bella mostra di sé finanche in un fortunato cartone animato disneyano dal chiaro sapore mitologico: ma Hugo è questo che è diventato, un parrucchiere. Che crede di avere nelle mani un talento indicibile, un dono. Si sente un vero e proprio artista, e a ognuno dei suoi clienti, come se fosse la protagonista delle Mille e una notte, racconta – e certo l’abilità retorica non gli fa difetto, anzi – la sua sensuale, suadente, irresistibile, ambigua  e morbosa storia, i suoi rapporti con i genitori, l’infanzia madrilena, la scoperta del sesso… Magnifico.

Standard