Libri

“La vita danza solo per un istante”

517JtiliQmL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Per tre giorni il mondo attorno ad Alice si restringe.

La vita danza solo per un istante, Theresa Révay, Beat, traduzione di Roberto Boi. Alice è bella. Intelligente. Brillante. Impulsiva. Audace. Capace. Bionda. Labbra carnose. Occhi cerulei. È la corrispondente del New York Herald Tribune e nella primavera del millenovecentotrentasei, l’anno delle Olimpiadi di Berlino che Hitler sperava si rivelassero come la prova della superiorità della cosiddetta razza araiana e che invece videro il meritato trionfo di Jesse Owens, è in Abissinia. Dove infuria la guerra. Dove gli italiani brava gente stanno bombardando con l’iprite. E lei è lì, per fare il suo mestiere, per raccontare la verità. È sola, ha scelto la solitudine, anche perché è l’unico modo che è riuscita a trovare per elaborare il dolore che praticamente da sempre le squassa il petto, lei che spesso il male di vivere ha incontrato. Ma è l’esistenza, la cui forza è superiore a quella degli individui, a decidere per lei, e… Intenso, appassionante, avvincente.

Standard