Libri

“La rivoluzione gentile”

download.pngdi Gabriele Ottaviani

Come possiamo pretendere pace quando il governo sta cercando di smantellare gli ammortizzatori sociali per i lavoratori?

L’outsider che diviene leader. Forte dei suoi ideali. Della sua coerenza. Della solidità del suo pensiero. Che cambia dall’interno un partito bisognoso come del pane di una boccata d’ossigeno. Jeremy Corbyn dal dodici di settembre dell’anno scorso è la guida dei laburisti britannici, e la sua nomina è stata considerata come una svolta storica, per certi versi un passo indietro, a raccogliere quei valori fondamentali che erano stati smarriti per strada, al fine di spiccare un bel balzo in avanti, desiderando un futuro bello. La rivoluzione gentile, edito da Castelvecchi e tradotto da Domenico Cerabona Ferrari, fa riflettere e riconciliare con la politica. Specie guardando al di là delle Alpi, purtroppo…

Standard