Libri

“La moglie americana”

download (6).jpgdi Gabriele Ottaviani

Visita e vacanza sono due parole insidiose. Si pensa di poterle tranquillamente tradurre da una lingua all’altra, da una cultura all’altra.

La moglie americana, Katherine Wilson, Piemme. Traduzione a cura di Edy Tassi. Se la ami non hai riserve. Del resto quale amore tira il freno a mano in corsa? Non si può non amare Napoli, almeno secondo Katherine, che quando vi sbarca per uno stage presso il consolato a stelle e strisce, fresca laureata in quel di Princeton, New Jersey, si ritrova catapultata in quello che le pare un universo irresistibile nel quale tutto va per il verso opposto rispetto a quello al quale è abituata. Poi, certo, se oltre all’amore per il Vomero, Posillipo, Mergellina ci si mette anche l’affascinante Salvatore, figlio amatissimo della straordinaria Raffaella… La vita a volte è meglio di un romanzo, e un libro serve a raccontarla: un piacere per il cuore.

Standard