Libri

“La luce di un giorno di pioggia”

51xrzRuyImL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Era l’inizio della fine…

La luce di un giorno di pioggia, Eva Woods, DeA Planeta, traduzione di Susanna Molinari. Ci sono delle storie che sembrano avere un finale già scritto. E invece non è così. Del resto una delle frasi che più di frequente ci si sente ripetere, soprattutto quando ci si trova in un frangente arduo della propria esistenza, è l’esortazione a vivere ogni istante, ogni momento, ogni giorno come se fosse l’ultimo. Aggiungere vita ai giorni, e non giorni alla vita, insomma. Per essere il più felici possibile. Dirlo è facile, però, farlo è difficile, specialmente se per una delle protagoniste di questa stralunata e irresistibile amicizia nata in un corridoio d’ospedale il conto alla rovescia è davvero già cominciato, e di granelli nella clessidra del suo tempo ne sono rimasti pochi, però non è lei quella che non ha più voglia di vivere… Emozionante e travolgente.

Standard