Libri

“La donna del ritratto”

51-scuWSvzL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Ogni volta che guardava la casa, doveva pizzicarsi per essere certo di non sognare.

La donna del ritratto, Kate Morton, Sperling & Kupfer, traduzione di Elena Cantoni e Rachele Salerno. Torna in libreria una narratrice la cui carriera è con pieno merito onusta di trofei, perché con stile avvincente e brillante ha saputo e sa affascinare milioni di lettori in tutto il mondo, con una storia che prende le mosse dal milleottocentosessantadue, quando in una meravigliosa magione nella campagna dell’Oxfordshire un gruppo di artisti, guidato dall’indomabile e talentuosissimo Edward, decide di riunirsi per un mese e dedicarsi a dare libero sfogo alla creatività. Il soggiorno, però, si rivelerà decisamente tragico, e per giunta, dopo oltre trenta lustri, alcuni oggetti rinvenuti per caso da una giovane archivista, rimetteranno in discussione quel che si pensava di una vicenda in apparenza morta e sepolta… Accattivante e coinvolgente.

Standard
Libri

“La donna del ritratto”

51++M6EaR6L._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno sarei stato assediato dalle donne?

La donna del ritratto, Javier Cercas, Guanda, traduzione di Pino Cacucci. La vita è piena di incontri. Per lo più casuali. Non si può conoscere tutto, non tutto è programmabile, non tutto, anzi, a dire il vero nella realtà dei fatti quasi niente, va come si spera, si pensa, si cerca di fare in modo che vada o ci si aspetta che proceda. Per la maggior parte del tempo si tenta semplicemente di fare sì che la voce della nostra irrequietezza, della nostra insoddisfazione, della nostra inquietudine e della nostra frustrazione taccia. E così può capitare che magari ci si impelaghi in un matrimonio sbagliato, si intraprenda una carriera che non dà veri stimoli, ci si crogioli in una quotidianità banale. Ma poi capita di incontrare un vecchio amore e di mettere tutto in discussione. Però… Avvincente, coinvolgente, convincente. Da leggere.

Standard