Libri

“La baia del francese”

51rD+AHJTpL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

La pioggia le scrosciava addosso, mai si era sentita più sola, più perplessa e incapace di agire.

La baia del francese, Daphne Du Maurier, BEAT. Traduzione di Andrea Damiano. Inghilterra, secolo diciassettesimo: Dona è la moglie di un baronetto mortalmente noioso che assieme ai suoi figli, esausta della vita vacua – ma certo invidiabile e privilegiata – che conduce, un giorno fugge e si rifugia presso uno spartano, austero e vagamente inquietante maniero in Cornovaglia. Laddove accade che… La regina del mistero, la maestra del brivido, e non solo: Hitchcock con la gonna, insomma (e non a caso, infatti…). Daphne Du Maurier non ha bisogno di presentazioni, va solo letta, riletta, amata, perché la sua prosa è un assoluto punto di riferimento. Da non perdere.

Standard