Libri

“La badia”

di Gabriele Ottaviani

Davanti ai mulini c’era – c’è ancora, ma spogliata di tutti gli arredi – una cappellina votiva…

La badia, Camilla Salvago Raggi, Lindau. Se si pensa alla classe, all’eleganza, alla raffinatezza, alla dolcezza, all’intelligenza brillante e sapida, al garbo e all’ironia, non si può non pensare a Camilla Salvago Raggi, scrittrice sopraffina che attinge ancora una volta alla cornucopia della memoria per accompagnare con le sue parole, mai banali o di troppo, il racconto, punteggiato di immagini che meravigliano e fanno riflettere, della storia della prima abbazia cistercense mai fondata al di fuori dei confini francesi, concessa in enfiteusi perpetua alla famiglia del cardinale Lorenzo Raggi, e ora di proprietà di questa impareggiabile narratrice. Una delizia.

Standard