Libri

“Intorno agli unicorni”

41twZVegSdL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Forse una forma complimentosa paradossale si può trovare nel “tipico imbecille”: l’insulto sta nell’imbecille, e il tipico forse attenua; ciò non si dà invece nel “solito stronzo”, dove la banalità del male suona come aggravante.

Intorno agli unicorni – Supercazzole, ornitorinchi e ircocervi, Maurizio Ferraris, Il Mulino. Docente di filosofia teoretica, autore di oltre cinquanta libri, vicerettore a Torino, laddove presiede anche il laboratorio di ontologia, ossia dello studio dell’essere in quanto tale, per quel che concerne la ricerca umanistica, indaga l’esistenza, la vita, che, come ricorda lui medesimo, ha la caratteristica di essere essa stessa un processo irreversibile per cui alla fine si muore e si viene seppelliti, o cremati, o divorati dagli uccelli nelle torri del silenzio, e le sorprese che riservano le entità minori della filosofia in questo volume agilissimo, dotto, divertente, entusiasmante come uno degli interrogativi che pone (si può sussumere un ornitorinco?), ricchissimo di livelli di lettura, di chiavi di interpretazione, di citazioni che spaziano da Gadda a Teofrasto a Kant e Heidegger fino all’immarcescibile, sublime e indimenticabile Come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribàcchi confaldina?, eternata dal genio monicelliano e dall’interpretazione di attori formidabili, la supercazzola per antonomasia, un vero e proprio shibboleth culturale, come ricordato nel pregevole e prezioso studio sui materiali filmici cult a firma di Annamaria Cacchione, Giancarla Carboni, Flavia Mangoni e Marco Pioli.

Standard