Libri

“Il mio filo”

di Gabriele Ottaviani

La moda è tra le industrie più inquinanti…

Il mio filo, Anna Maria Bianchi, Infilaindiana. Artista, stilista, pittrice, textile designer, Anna Maria Bianchi esprime la sua raffinata interiorità anche per il tramite della scrittura: conoscendo però dunque alla perfezione il mondo della moda, con i suoi pregi, i suoi difetti e in generale le sue peculiarità dà vita a un divertente, brillante, intelligente, interessante e istruttivo glossario, e non solo.

Standard
Libri

“Gemma”

di Gabriele Ottaviani

Il mio amore

Scopre fiori,

Farfalle e giorni.

Gemma, Anna Maria Bianchi, Infilaindiana. Artista, stilista, pittrice, textile designer, Anna Maria Bianchi esprime la sua raffinata interiorità anche per il tramite della scrittura: questa delicata silloge poetica dal linguaggio piano e immediato, semplice ma non per questo superficiale, indaga l’intera gamma delle emozioni umane spingendo ognuno a guardare anche laddove, dentro di sé, non vorrebbe, per riscoprire il senso più autentico dell’esistenza.

Standard
Libri

“Eu-Dàimon”

di Gabriele Ottaviani

Paura e Morte sono concetti con il carisma riconosciuto, ma pessimo, di suggestionare le coscienze…

Eu-Dàimon – La Felicità nell’Anno di grazia 2020 – Un Libro per Tutti… … e per Nessuno, Mauro Turrini, Infilaindiana. In quest’anno luttuoso che finalmente stiamo per lasciarci alle spalle, con l’augurio di tempi migliori, stiamo pagando e pagheremo un enorme prezzo sanitario, stiamo pagando e pagheremo un enorme prezzo economico, stiamo pagando e pagheremo un enorme prezzo sociale, mentale, affettivo, emotivo: Mauro Turrini, filosofo, traduttore, antropologo, ricercatore nell’ambito delle microanalisi linguistiche, formatore, educatore, coach e promotore dello yoga della risata cerca di spingere il lettore a guardarsi dentro, a non lasciarsi andare al rassicurante sciabordio dei pensieri più cupi e a impegnarsi a sognare e a invertire la rotta.

Standard
Libri

“Dannate scarpe”

di Gabriele Ottaviani

Da quella visione, non la lasciai più…

Dannate scarpe, Renato Protti Miracca, Infilaindiana. Contessa, che è mai la vita? È l’ombra di un sogno fuggente. La favola breve è finita, il vero immortale è l’amor. Così diceva il poeta, e in effetti le domande che ci si pone sono sempre le stesse: cosa sia l’esistenza, che fine abbia, quale sia la nostra origine, quale il destino che ci attende. Possiamo davvero scegliere? O tutto è già scritto? Un giorno, per caso, un uomo si trova a vivere l’inimmaginabile, da un accadimento in apparenza senza importanza si scatena letteralmente una valanga di conseguenze, sempre più significative, e… Interessante, induce alla riflessione: da leggere.

Standard
Libri

“Piccole storie natalizie”

di Gabriele Ottaviani

Il pupazzo di neve fece un occhiolino a Isko Kjell e…

Piccole storie natalizie, Domenico Del Coco, Infilaindiana. Belle le illustrazioni, ancor di più le storie, che regalano gioia, ottimismo, calore, speranza: un folletto ha come obiettivo donare la felicità ai bimbi di Lund, e per realizzare il suo scopo non arretra dinnanzi a nessuna delle difficoltà che si frappongono fra lui e l’impresa, e la piccola Fiammiferina, dal canto suo, scampata per un vero e proprio miracolo a un inverno rigidissimo, vuole creare dal nulla un centro di accoglienza per i più bisognosi. Domenico Del Coco, con estrema sensibilità, dà voce alla poesia del Natale e della solidarietà.

Standard
Libri

“Di morte improvvisa”

di Gabriele Ottaviani

L’uomo era lì, e…

Di morte improvvisa, Carla Cesaro, Infilaindiana. A Padova, in via Vittorio Veneto, uno stimato professore di antropologia è morto, apparentemente a causa di un suicidio. Stranamente, però, da un po’ di tempo a questa parte chi decide di togliersi la vita, in giro per l’Italia, sembra comportarsi in maniera reciprocamente troppo simile, macabra e rituale perché si possa anche solo ammettere la possibilità di una coincidenza: così Vogliazzi, investigatore di professione, Roberto per gli amici, mentre il suo futuro e la propria vita privata cominciano a delineare per lui la necessità di scelte e partenze, inizia a indagare assieme alle forze dell’ordine, e… Intenso, intrigante, ben scritto.

Standard
Libri

“Le scoperte della piccola Sofia”

di Gabriele Ottaviani

E allora fu così che Sofia…

Le scoperte della piccola Sofia, Domenico Del Coco, Infilaindiana. Curiosa bambina che anela conoscere il perché d’ogni cosa, Sofia un giorno si ammala, e inizia un viaggio popolato di stranissimi personaggi, che di fatto la condurrà all’origine di tutto, in primo luogo delle sue domande: Domenico Del Coco, dottore in storie e cultura dei sistemi editoriali, ha all’attivo diverse pubblicazioni, e padroneggia con invidiabile agilità l’arte della narrazione, in tutte le sue sfaccettature, dando vita a un testo simbolico, fruibile, lieve ma niente affatto superficiale, adatto a tutti e che a tutti si rivolge, invitandoli a recuperare quello sguardo innocente e scevro da pregiudizi che regala la possibilità di stupirsi, migliorare, crescere, conoscere. Da leggere.

Standard
Libri

“Lo scacchiere dell’odio”

di Gabriele Ottaviani

Si sentiva diversa. Era diversa. Un’estranea…

Lo scacchiere dell’odio – Giochi di piccole menti che si credevano grandi, Frankie Castiglione, Sabrina Calabrese, Infinaindiana. Finalista all’edizione di quest’anno del premio letterario nazionale Bukowski quest’opera di grande solidità, fruibile e fresca, intensa e puntuale, corale e ben costruita, confezionata e amalgamata, tratteggia con bravura la figura di Nausicaa, una giovane che avverte fra sé e il contesto che la circonda come una sorta di diaframma, come se qualcosa a cui non sa dare un vero e proprio nome né delle fattezze ben definite le impedisse di immergersi pienamente nella realtà della sua vita e nelle relazioni affettive e professionali: emerge pertanto un ritratto molto interessante della contemporaneità, fragile, contraddittoria, complessa. Da leggere

Standard
Libri

“Politica, economia e attualità”

di Gabriele Ottaviani

Prendiamo per esempio il caso della produzione tradizionale di filati nel Biellese…

Politica, economia e attualità, Francesco Pontelli, Infilaindiana. Docente per sei anni al Dipartimento INDACO del Politecnico di Milano, fra i membri della banca dati dei docenti dell’agenzia ICE (Istituto commercio estero), articolista e saggista, Pontelli, economista di chiara fama, prendendo le mosse da casi molto particolari amplia fino ai confini generali e con originalità, proponendo stimolanti spunti di riflessione, il suo discorso sulla globalizzazione, che ha cambiato il mondo negli ultimi decenni e si mostra in continua evoluzione come del resto la società. Da leggere.

Standard
Libri

“Ci vediamo da Jole”

cover1037di Gabriele Ottaviani

E fu così che…

Ci vediamo da Jole, Francesco Paolo Tanzj, Infilaindiana. Costretto in un letto d’ospedale a causa di un brutto incidente sulla neve, il protagonista riflette in sogno, essendo in coma, su molteplici particolari della sua esistenza: nel frattempo l’azione procede per il tramite di un fitto scambio epistolare, e nella prima parte ci si ritrova immersi in un vero e proprio romanzo di formazione che si dipana agile attraverso gli anni Settanta del secolo scorso, gravidi di istanze e fermenti civili, economici, politici, sociali e culturali. Ben scritto, ben congegnato, piacevole e intenso: da leggere.

Standard