Libri

“Le scoperte della piccola Sofia”

di Gabriele Ottaviani

E allora fu così che Sofia…

Le scoperte della piccola Sofia, Domenico Del Coco, Infilaindiana. Curiosa bambina che anela conoscere il perché d’ogni cosa, Sofia un giorno si ammala, e inizia un viaggio popolato di stranissimi personaggi, che di fatto la condurrà all’origine di tutto, in primo luogo delle sue domande: Domenico Del Coco, dottore in storie e cultura dei sistemi editoriali, ha all’attivo diverse pubblicazioni, e padroneggia con invidiabile agilità l’arte della narrazione, in tutte le sue sfaccettature, dando vita a un testo simbolico, fruibile, lieve ma niente affatto superficiale, adatto a tutti e che a tutti si rivolge, invitandoli a recuperare quello sguardo innocente e scevro da pregiudizi che regala la possibilità di stupirsi, migliorare, crescere, conoscere. Da leggere.

Standard
Libri

“Lo scacchiere dell’odio”

di Gabriele Ottaviani

Si sentiva diversa. Era diversa. Un’estranea…

Lo scacchiere dell’odio – Giochi di piccole menti che si credevano grandi, Frankie Castiglione, Sabrina Calabrese, Infinaindiana. Finalista all’edizione di quest’anno del premio letterario nazionale Bukowski quest’opera di grande solidità, fruibile e fresca, intensa e puntuale, corale e ben costruita, confezionata e amalgamata, tratteggia con bravura la figura di Nausicaa, una giovane che avverte fra sé e il contesto che la circonda come una sorta di diaframma, come se qualcosa a cui non sa dare un vero e proprio nome né delle fattezze ben definite le impedisse di immergersi pienamente nella realtà della sua vita e nelle relazioni affettive e professionali: emerge pertanto un ritratto molto interessante della contemporaneità, fragile, contraddittoria, complessa. Da leggere

Standard
Libri

“Politica, economia e attualità”

di Gabriele Ottaviani

Prendiamo per esempio il caso della produzione tradizionale di filati nel Biellese…

Politica, economia e attualità, Francesco Pontelli, Infilaindiana. Docente per sei anni al Dipartimento INDACO del Politecnico di Milano, fra i membri della banca dati dei docenti dell’agenzia ICE (Istituto commercio estero), articolista e saggista, Pontelli, economista di chiara fama, prendendo le mosse da casi molto particolari amplia fino ai confini generali e con originalità, proponendo stimolanti spunti di riflessione, il suo discorso sulla globalizzazione, che ha cambiato il mondo negli ultimi decenni e si mostra in continua evoluzione come del resto la società. Da leggere.

Standard
Libri

“Ci vediamo da Jole”

cover1037di Gabriele Ottaviani

E fu così che…

Ci vediamo da Jole, Francesco Paolo Tanzj, Infilaindiana. Costretto in un letto d’ospedale a causa di un brutto incidente sulla neve, il protagonista riflette in sogno, essendo in coma, su molteplici particolari della sua esistenza: nel frattempo l’azione procede per il tramite di un fitto scambio epistolare, e nella prima parte ci si ritrova immersi in un vero e proprio romanzo di formazione che si dipana agile attraverso gli anni Settanta del secolo scorso, gravidi di istanze e fermenti civili, economici, politici, sociali e culturali. Ben scritto, ben congegnato, piacevole e intenso: da leggere.

Standard
Libri

“Storie per bambini pasticcioni”

bianco_copertina-digitaledi Gabriele Ottaviani

Il pasticciere aveva molta voglia di sapere chi fosse quel signore tanto per bene, ma purtroppo non ebbe il tempo di chiedergli il suo nome…

Storie per bambini pasticcioni, Valentina Bianco, Infilaindiana. Illustrazioni di Dalila Taddeo, che, lasciate in bianco perché così i piccoli lettori possano dilettarsi a renderle come più loro aggrada, formano un connubio perfetto con le parole di Valentina Bianco, giovane autrice delle due storie che declinano il valore del sogno, della dolcezza, della bontà, dell’affetto, della purezza, della gentilezza: da leggere e far leggere.

Standard
Libri

“La crisi idrica in Africa”

41NSMEK+mtL._AC_UL320_di Gabriele Ottaviani

Il World Resources Institute, l’Istituto delle risorse mondiali, si è concentrato sui 100 bacini fluviali più grandi del pianeta e pesantemente popolati. L’analisi ha elencato i diversi tipi di stress idrico e ha individuato lo Zambesi fra i fiumi più a rischio…

La crisi idrica in Africa – Fra gestione, sfruttamento e conflitti, Angelo Coletta, Infilaindiana. L’Africa è un continente ricchissimo, ma è vittima da sempre di abusi e violenze. A latitudini dove il caldo è imperioso come raramente avviene altrove, l’acqua, di cui siamo fatti, e che è preziosa per antonomasia, è ancora più importante: eppure popoli interi non hanno accesso a questo bene salvifico, e non sono retoriche né purtroppo fittizie le immagini di donne, bambini e uomini costretti a cercare di saziare la sete con una melma ricettacolo di veleni, perché non hanno accesso a fonti potabili, appannaggio, nella stragrande maggioranza dei casi, di pochi, abbienti, protervi, che ne fanno merce di scambio e prova di forza sulla pelle di innocenti. Le guerre, si sa, si combattono per convenienza e per il proprio tornaconto: si sono combattute e si combattono anche per l’acqua. Angelo Coletta fotografa la realtà, e la racconta con immediatezza icastica e necessaria, avvalendosi di una significativa messe di dati. Per capire e ragionare.

Standard
Libri

“Io ho un problema perché loro hanno un problema”

Screenshot_20200519-153625di Gabriele Ottaviani

Può accadere infatti che il rapporto coniugale perda la propria vitalità, oppure il patto coniugale può giungere alla fine anche a fronte di un evento sconcertante – ad esempio la nascita di un figlio o la scoperta di una grave malattia – in conseguenza del quale un membro della coppia si manifesta all’altro sotto una luce completamente sconosciuta.

Silvia Procaccini, Io ho un problema perché loro hanno un problema – Esperienze di figli con genitori separati, Infilaindiana. Certo, sarebbe meglio non avvenisse: a chi è che non piace l’idea di un amore eterno più forte di tutto? Spesso però non è così, succede, e non ha senso parlare in modo manicheo di colpe: fatto sta che però per un numero pressoché infinito di motivi ci si lascia, certo non a cuor leggero (del resto, nemmeno decidere di iniziare una storia è di norma cosa che si fa senza ragionare), si soffre e si fa soffrire. E di sicuro quando sono stati messi al mondo dei figli sovente è ancora più triste, soprattutto per loro, che subiscono lo stravolgimento del proprio mondo. Il volume, scritto con saggezza e competenza, è un utile vademecum, per cercare di affrontare al meglio queste problematiche.

Standard
Libri

“Il viaggio di gatto Palmiro”

96667609_138748604444148_9112999232842760192_ndi Gabriele Ottaviani

Il mio nome è Palmiro Baffozzi, nato a Codalunga il 31 Agosto 2015…

Silvia Ferrari, Il viaggio di gatto Palmiro, Infilaindiana. I nati sotto il segno della Vergine sono molto altruisti, coscienziosi e amano il lavoro preciso, anche se vengono sommersi dagli impegni, sono molto analitici e spesso eccessivamente critici, in primo luogo nei confronti di sé medesimi, hanno un livello di intelligenza al di sopra della norma e un discreto gusto artistico. E molto altro ancora. Almeno, così si dice. Il nostro protagonista è nato il trentuno di agosto, dunque, a dar retta all’astrologia, è questo che dobbiamo aspettarci da lui, anche se non si tratta di un umano, bensì di un felino. Che ha molto da raccontare, tante sorprese da riservare e un sacco di avventure da vivere e far vivere: incantevole.

Standard
Libri

“Dolce Natale”

Screenshot_20200519-153804di Gabriele Ottaviani

Si narra che un tempo, tutte le renne di Babbo Natale avessero un marchio speciale inconfondibile e indelebile: un piccolo abete rosso sulla zampa destra anteriore. Qualche giorno fa i giornali di tutto il mondo hanno dato notizia di aver avvistato una renna con l’abete nelle isole Hawaii… “Eccola, è proprio lei” diceva qualche bambino curioso sulla spiaggia. Un giornalista era riuscito a intervistarla: “Sì, sono una renna di Babbo Natale e mi sto riposando… Quest’anno non volerò più nel cielo con la magica slitta perché sono un po’ stanca. Preferisco cambiare lavoro, dopotutto i bambini hanno richieste troppo ambiziose. Ho deciso di aprire un ristorante qui su una di queste isole”.Dopo quel giorno, adulti e bambini rimasero delusi dalla notizia e iniziarono a preoccuparsi…

Silvia Ferrari, Dolce Natale, Infilaindiana. Illustrazioni di Veronica Geroni. Il Natale è la festa della famiglia, dei bambini, dell’amore, oltre che, naturalmente, per chi crede, della ricorrenza della salvifica venuta al mondo di Gesù, il figlio di Dio. Silvia Ferrari, con prosa intima, delicata, dolce, che ben si amalgama con le illustrazioni, alcune lasciate in bianco e nero per permettere ai bimbi, e perché no anche ai grandi, di divertirsi colorando, raccoglie una serie di storie, variazioni sul tema che divertono e fanno sognare.

Standard
Libri

“Cose così”

cover0269di Gabriele Ottaviani

Era stata una cosa seria, profondamente seria…

Cose così – Racconti sul filo e altro, Dario Lodi, Infilaindiana Edizioni. Milanese e autodidatta, Dario Lodi è l’autore di questa riuscita antologia di icastici racconti, una pinacoteca di immagini folgoranti che ritraggono in tutta la sua contraddittoria, fragile, caduca e precaria complessità, senza dimenticare una giusta dose di amara ironia, l’esistenza umana, che si dipana attraverso la quotidianità in una variegata messe di sfumature, che mettono continuamente alla prova ognuno di noi. Con stile lieve ma niente affatto superficiale Lodi induce alla riflessione e alla meditazione.

Standard