Libri

“In punta di penna”

0x300.pngdi Gabriele Ottaviani

Mi sento a disagio e in imbarazzo quando tento di descrivere la tua timidezza…

Salter, Hempel, Conroy, Gilbert, Stone, Bass, Moody, Davis, Jacobson, James, Hannah, Harrison e Johnson: che compagine per Minimum FaxIn punta di penna – Riflessioni sull’arte della narrativa – Volume secondo, a cura di Will Blythe, traduzione di Sara Bilotti e Luca Briasco, è un viaggio divertente, intenso, agile e bellissimo nel mondo della parola, necessità insopprimibile per l’animo umano: ognuna di queste formidabili voci, a suo modo, induce alla riflessione e alla meditazione, alla consapevolezza e allo studio, alla scoperta e all’impegno: da non perdere.

Standard