Libri

“Il profumo del mosto e dei ricordi”

51oE21qtaeL._SY346_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Anna mi teneva la mano, mentre gradino dopo gradino ci avvicinavamo al piano di sopra. «Ho già visto la stanza di mia madre», dissi. «Non devi vedere quella», rispose. E infatti, continuammo su un’altra rampa di scale, quella che non avevo mai percorso e che conduceva alla mansarda. «Vuoi mostrarmi la lavanderia?», chiesi, curiosa.  «Chi ti ha detto che lì c’è la lavanderia?» «Ehm, Alessandro. Mi ha detto che ci tieni anche le cianfrusaglie che hai accumulato negli anni». Lei ridacchiò. «Perdonalo».

Il profumo del mosto e dei ricordi – I legami familiari non si spezzano mai, Alessia Coppola, Newton Compton. Lavinia fa la restauratrice. Vive a Firenze. Un giorno le arriva una telefonata. Che le annuncia la morte del nonno. E un’eredità. Una masseria. In Puglia. Completamente da ristrutturare. Tutto appare in abbandono, ma chi vive lì vede in lei una speranza di salvezza, riscatto, rivalsa, rivincita. La accoglie. La abbraccia. La fa sentire parte di una famiglia. Lei però non ha intenzione di occuparsi di tutte quelle incombenze. Non saprebbe nemmeno come fare. Però, si sa, la vita si diverte a giocare con le umane sorti e progressive. E… Lieve, elegante, brillante, intelligente, romantico, autentico, sognante: gradevolissimo a leggersi.

Standard