Libri

“Il mio cuore sedizioso”

di Gabriele Ottaviani

In mezzo a tutto questo scenario, il Kashmir è destinato a diventare il tramite del caos…

Il mio cuore sedizioso, Arundhati Roy, Guanda, traduzioni di Marina Astrologo, Francesca Bandel Dragone, Maria Giuseppina Cavallo, Riccardo Cravero, Massimo De Pascale, Chiara Gabutti, Giovanni Garbellini, Maria Grazia Gini, Piero Leodi, Federica Oddera e Laura Quagliuolo. Non un semplice volume, per quanto monumentale e maestoso, ma un vero e proprio viaggio nella produzione letteraria di una delle voci narrative e intellettuali più stentoree, formidabili e significative degli ultimi decenni: dall’India in tutto il mondo Arundhati Roy celebra incessantemente la sacralità della battaglia per i diritti umani con prose dall’elevatissima valenza politica nell’accezione più solenne del termine, regalando al tempo stesso pagine di solida dignità letteraria. Per conoscere, comprendere, riflettere, capire: da non farsi sfuggire per nessun motivo.

Standard