Libri

“Il fiore della notte”

71nOliJCJKL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Sei sempre stato una spina nel fianco…

Il fiore della notte, Herbert Lieberman, Minimum fax. Traduzione di Tullio Dobner. Dopo tanta neve, i primi raggi tiepidi, i cieli più tersi e le gemme che fanno capolino sui rami e nei prati sono di norma a New York l’inizio del risveglio. La luce soffusa della primavera però incarna pienamente, come dice il poeta, tutta la crudeltà del peggiore dei mesi, quell’aprile che non solo si diverte a giocare con le illusioni di cuori fragili e sensibili mescolando lillà e terra morta, ma anche a rappresentare la tragica ricorrenza degli omicidi perpetrati da un misterioso assassino, sulle cui tracce si muove il bravissimo e inviso ai potenti Francis Mooney, che… Sublime.

Standard