Libri

“Il destino dell’orso”

91-pYHOyHTL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Cristo, dove sono finito?

Il destino dell’orso, Dario Correnti, Mondadori. Irresistibilmente rompiscatole, da quando è andato in pensione il caporedattore gli affida solo le scemenze in merito alle quali nessuno vuole scrivere un articolo, come per esempio un’intervista a una donna che sostiene che, a sua insaputa come nemmeno un ex ministro con le sue proprietà immobiliari avrebbe saputo argomentare, è stata inseminata: questa volta però il caso è diverso. Un grande imprenditore (leggasi bancarottiere) amico dell’editore in un bosco dei Grigioni è stato sventrato da un orso: pertanto il nostro parte, ma non sa che… Il doppio pseudonimo (sono due i validissimi, non fosse altro per la coesione testuale, autori che vi si celano dietro) Dario Correnti è una marchio di fabbrica e una vera e propria garanzia di qualità: il romanzo è ottimo.

Standard