Libri

“21 lezioni per il XXI secolo”

41LSlhVBPQL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Verità e potere possono viaggiare insieme solo fino a un certo punto.

21 lezioni per il XXI secolo, Yuval Noah Harari, Bompiani, traduzione di Marco Piani. La sfida tecnologica, quella politica, disperazione, speranza, verità, resilienza, disillusione, lavoro, libertà, uguaglianza, comunità, civiltà, nazionalismo, religione, immigrazione, terrorismo, guerra, umiltà, Dio, laicismo, ignoranza, giustizia, post-verità, fantascienza, senso e meditazione: sono questi i temi fondamentali di quest’antologia di saggi che delinea con estrema chiarezza, limpida semplicità divulgativa, cura, attenzione e profondità il panorama e le sfide del nostro tempo, liquido e complicato. Una lettura indispensabile per conoscere e capire meglio la realtà che ci circonda, e le possibili soluzioni ai problemi che la caratterizzano.

Standard
Libri

“Homo Deus”

51MYUUCtZSL._SY346_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Mettere in dubbio l’esistenza del libero arbitrio non è un mero esercizio filosofico, ha delle implicazioni pratiche: se gli esseri viventi sono davvero privi di libero arbitrio, allora possiamo manipolare e addirittura controllare i loro desideri attraverso le droghe, l’ingegneria genetica o la stimolazione cerebrale diretta.

Homo Deus – Breve storia del futuro, Yuval Noah Harari, Bompiani, traduzione a cura di Marco Piani. Il potere logora chi non ce l’ha, recita una celebre e icastica frase divenuta una sorta di formula: sono poche le persone che non desiderano essere padrone del proprio destino. E l’umanità, in generale, sembrerebbe essere riuscita, dopo molti sforzi, a raggiungere globalmente la prosperità: continua a perdere però la lotta contro la propria inarrestabile hybris, quella da cui già le antiche divinità mettevano in guardia, trattandosi del peccato peggiore, quello che fa appendere Prometeo a una rupe con la compagnia di un’aquila che viene sempre a rodergli il fegato. La superbia, la smisuratezza, l’eccesso, lo stesso irresistibile e perverso piacere che fa sì che certi uomini divengano, per esempio, dei dittatori: in questo monumentale saggio, complesso e articolato ma divulgativo, chiaro, anche brillante, su storia, tecnologia, politica, filosofia e scienza Harari dà corpo alle speranze del mondo, non necessariamente solo di quello occidentale. E ai suoi incubi. Uno in particolare: il rischio di arrivare a un tale stadio di perfezione o presunta tale da rendere l’uomo inutile. Da non perdere.

Standard