Libri

“Gli scritti di Breinhart”

Frudàdi Gabriele Ottaviani

Ho tutto ciò che una donna possa desiderare, perché non dovrei desiderare tutte le donne? Il punto è che sono stato progettato per amare, sono nato per questo, e non riesco a smettere. Sì, le donne sono un mistero, nessuno le capisce, e poi sono diverse tra loro, ma per me è tutto facile. Io, se voglio, conquisto qualsiasi donna e lo faccio. La conquisto, la rendo felice e poi smetto di amare lei perché voglio amare un’altra. Perché solo una deve beneficiare del mio amare?

Gli scritti di Breinhart, Luca Frudà, Il Foglio. Siamo fatti di corpo e anima, di materia e immaterialità, nasciamo per stare assieme ma talvolta abbiamo bisogno della solitudine, la ricerchiamo, persino, eppure, nonostante gli sforzi, non riusciamo, nemmeno quando vorremmo, a far tacere l’assordante boato dei battiti del cuore, senza i quali, certo, non vivremmo, ma talvolta sono l’espressione di un’urgenza che non sappiamo affrontare: Frudà indaga la vita in ogni suo meandro, dalla luce alla tenebra, in un’opera che trascende il genere e conquista.

Standard