Libri

“Gli innocenti”

download (4).jpegdi Gabriele Ottaviani

Un minuto fa sentivo il suo respiro. Ora, sono solo.

Gli innocenti, Paola Calvetti, Mondadori. Jacopo e Dasha si amano. Jacopo suona il violino. Dasha il violoncello. Jacopo è italiano. Dasha è albanese. Jacopo è stato abbandonato. È cresciuto in un istituto. A Firenze. L’istituto degli innocenti. Dasha è cresciuta circondata dall’amore. Ha potuto studiare. E pensare che in certi piccoli borghi rurali della sua terra le ragazze per vivere a modo loro sono costrette a diventare a tutti gli effetti degli uomini… Ma lei ha avuto un padre illuminato. Ha attraversato l’Adriatico in barca, caduto il regime. Jacopo e Dasha si amano. Jacopo e Dasha soffrono. Jacopo e Dasha hanno voglia di vivere e un dolore nel cuore. Jacopo e Dasha suonano insieme. La musica è salvezza, linguaggio, condivisione, rivelazione. Paola Calvetti ha una sensibilità di rara delicatezza che commuove, conquista, appassiona e travolge. I ritratti dei due protagonisti sono impareggiabili. Da non lasciarsi sfuggire.

Standard